SFONDO ASSOS
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
vuelta-39-jpg

VUELTA



Podio d’eccezione per la prima volata della Vuelta a Espana 2015.

 

Sul traguardo di Malaga si è imposto  Peter Sagan (Tinkoff – Saxo) che torna alla vittoria in un Grande Giro dopo oltre due anni. Alle spalle del campione slovacco si sono piazzati  Nacer Bouhanni (Cofidis, Solutions Crédits) e  John Degenkolb (Team Giant – Alpecin).

KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

 

La tappa presentava due salite piuttosto impegnative, ma entrambe nella prima metà di corsa; la gara ha dunque seguito il canovaccio più classico: un drappello di fuggitivi si sono avvantaggiati nelle primissime fasi, le squadre dei fuggitivi hanno tenuto questi uomini nel mirino fino ad andare a raggiungerli nelle battute conclusive.

 

Al chilometro 6 se ne erano già andati 8 uomini:  Sylvain Chavanel (IAM Cycling),  Alexis Gougear (AG2R La Mondiale),  Ilia Koshevoy (Lampre – Merida),  Maarten Tjallingii (Team Lotto NL – Jumbo),  Martin Velits (Etixx – Quickstep),  Natnael Berhane (MTN – Qhubeka),  Fernando Pedraza Moralez (Team Colombia) e  Omar Fraile Matarranz (Caja Rural – Seguros RGA). Il vantaggio di questi uomini ha toccato i 5 minuti in vista del Puerto del Leon, la salita di giornata.

 

Gli uomini della maglia rossa  Johan Chaves (Orica GreenEDGE) hanno tenuto a bada i fuggitivi finché non si sono azionate le squadre degli sprinter, in particolare Tinkoff-Saxo e Giant-Alpecin, che hanno definitivamente chiuso il buco ai -15.

 

Sempre gli uomini di Degenkolb hanno menato le danze fino agli ultimi 500 metri in cui i tre uomini più attesi si sono dati battaglia. Ad avere la meglio è stato  Peter Sagan (Tinkoff – Saxo) che sale dunque a 4 successi in carriera sulle strade della Vuelta toccando quota 67 vittorie da Pro’. Un plauso anche per  Nacer Bouhanni che ha sprintato con il completino visibilmente stracciato a causa della seconda caduta in due giorni. Sesto e migliore degli italiani  Kristian Sbaragli (MTN – Qhubeka).

 

Da segnalare due ritiri eccellenti: purtroppo alza bandiera bianca un italiano,  Paolo Tiralongo (Astana Pro Team), troppo malridotto dopo la caduta di ieri, e  Fabian Cancellara (Trek Factory Racing).

 

 

Fonte www.direttaciclismo.it

Matteo Pierucci

Immagine
     

Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *