GSG.COM SKIN BANNER
CICLO PROMO COMPONENTS TOP BANNER GARDIA
Gara di ciclocross Antwerpen 2022 - Mathieu Van Der Poel (NED - Alpecin - Fenix) - foto Gregory Van Gansen/PN/SprintCyclingAgency©2022

CICLOCROSS, DOMINIO DI VAN DER POEL AD ANVERSA


Un assolo stupefacente di Mathieu van der Poel sulla sabbia e sul fango di Anversa. L’olandese si impone nella Scheldecross, ottava prova della Coppa del Mondo di ciclocross 2022-2023, stravincendo il confronto con Wout Van Aert e Tom Pidcock: il belga della Jumbo-Visma prova a tenere il ritmo incalzante del suo avversario, ma arriva secondo staccato di 23”. Ancora peggio il britannico, mai in lotta per il podio (chiuso da Michael Vanthourenthout) ed ottavo ad oltre un minuto.

In partenza sembra Van Aert quello più in palla. Il belga scatta immediatamente seguito dall’olandese Mees Hendrickx (Crelan-Fristads), ma dopo i primi metri di studio van der Poel si riaggancia con il leader della generale Laurens Sweeck, grazie al lavoro dell’olandese Lars van der Haar (Baloise Trek Lions) e dello svizzero Kevin Kuhn (Tormans Cyclo Cross Team). Pidcock invece rimane intruppato nelle posizioni di rincalzo, addirittura oltre la ventesima piazza.

Foto Uci Cyclo-Cross

Chiusa la prima tornata, arriva già il momento decisivo. L’olandese della Alpecin-Deceuninck accelera e non si guarda più indietro, dietro di lui si forma un terzetto con Van Aert, van der Haar e Vanthourenthout, con Sweeck che si stacca. Piano piano van der Poel mette sempre più margine sugli avversari, Van Aert capisce di dover fare tutto da solo per rientrare e scatta, ma non riesce a scendere oltre i 15” di svantaggio, alzando bandiera bianca al sesto giro dopo una caduta. L’olandese arriva così a braccia alzate potendo esultare con la folla.

Cyclocross Race Antwerpen 2022 – Wout Van Aert (BEL – Team Jumbo – Visma) – Mathieu Van Der Poel (NED – Alpecin – Fenix) – Michael Vanthourenhout (BEL – Pauwels Sauzen – Bingoal) – foto Gregory Van Gansen/PN/SprintCyclingAgency©2022

Dietro c’è di che raccontare: Sweeck, dopo il momento di crisi, riprende ritmo e per lungo tempo è vicinissimo a Vanthourenthout, ma non riesce a sopravanzarlo, dovendosi accontentare del quarto posto. Un risultato che gli permette di guadagnare altri due punti su uno sbiadito Eli Iserbyt, sesto ed ancora dolorante alla schiena. Lontano invece l’unico azzurro in gara, Gioele Bertolini, ventottesimo a 5’05” dalla vetta. 

A cura della redazione di Inbici Magazine e OA Sport partner– Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

CICLOPROMO FEBBRAIO REVOLOOP - BANNER SOPRA TOP NEWS
SHIMANO BANNER Banner GENNAIO
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
SHIMANO 105 BANNER BLOG FEBBRAIO
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
BETTINI PHOTO BANNER NEWS SPRINT AGENCY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *