GSG.COM SKIN BANNER
CICLO PROMO COMPONENTS TOP BANNER GARDIA
Samuele Battistella vince Veneto Classic 2021 (Credit Poci's Pix)

VENETO CLASSIC, BATTISTELLA SI CANDIDA PER IL BIS


L’azzurro di Rossano Veneto, vincitore della prima edizione, ha messo nel mirino l’appuntamento del 16 ottobre: “Il punto cruciale sarà la Tisa 

Sarà il “muro” della Tisa moltiplicato per tre a fare la selezione decisiva, oppure la collina inedita della Diesel Farm, con i suoi 1.200 metri sterrati e pendenze a doppia cifra a pochi chilometri dal traguardo? Lo si scoprirà domenica 16 ottobre, il giorno della seconda edizione di Veneto Classic. 

Veneto Classic 2021: il “muro” della Tisa (Credit Poc’is Pix).


Una cosa è certa, la corsa per professionisti ideata da Filippo Pozzato, una sorta di “classica del Nord” ad altre latitudini, diventa sempre più esigente e spettacolare. Asfalto, pavé e gravel si alternano in un finale estremamente vivace, con la salita della Rosina ad inasprire ulteriormente l’altimetria.

Uno dei tratti che caratterizzano maggiormente il tracciato è indubbiamente la Tisa a Colceresa, una strettoia di 330 metri con il fondo in pietre e pendenze fra il 12% e il 20%, da ripetere tre volte.

Treviso darà l’abbrivio alla corsa, mentre il traguardo sarà a Bassano del Grappa, come l’anno scorso. La scelta è caduta su piazza Garibaldi, nel cuore della città, e non più sul ponte della Vittoria, che nel 2021 si è trasformato in passerella trionfale per Samuele Battistella. L’azzurro di Rossano Veneto, convocato dal c.t. Bennati per il mondiale in Australia, punta a bissare quello che finora è il suo unico successo da professionista.

Battistella, Hirschi, Restrepo sul podio dell’edizione 2021 di Veneto Classic (Credit Poci’s Pix) 

Veneto Classic è un appuntamento a cui tengo molto, non capita spesso di avere una corsa di professionisti a due passi da casa – ha dichiarato il corridore dell’Astana Qazaqstan -. Il finale è certamente molto impegnativo, lo sterrato può essere insidioso anche per le cadute e le forature. Secondo me il punto cruciale è la Tisa, è lì che l’anno scorso io e Trentin ci siamo avvantaggiati. Sarà fondamentale prenderla nelle posizioni di testa, soprattutto la terza volta. A metà ottobre la stanchezza potrebbe farsi sentire, ma io so che la concentrazione e la motivazione non mi mancheranno, è sempre così quando si respira aria di casa”.

Tutti i dettagli dell’evento saranno illustrati a fine mese a Palazzo Balbi a Venezia, sede della Giunta regionale, alla presenza del Governatore del Veneto Luca Zaia.  

Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

SHIMANO 105 BANNER BLOG AGOSTO
BETTINI PHOTO BANNER NEWS SPRINT AGENCY
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
SHIMANO BANNER Banner GENNAIO
CICLOPROMO FEBBRAIO REVOLOOP - BANNER SOPRA TOP NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *