GSG.COM  SKIN BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Una vista panoramica della città medioevale di Glorenza, circondata dalle mura credit: FotoST.eu

GLORENZA, 700 ANNI BEN PORTATI


Nel cuore della Val Venosta, nella provincia autonoma di Bolzano, si trova il borgo più piccolo dell’Alto Adige. Tra le sue caratteristiche le possenti mura medioevali perfettamente conservate e le antiche dimore decorate con affreschi

La località bolzanina di Glorenza, situata a 907 metri sul livello del mare, è la più piccola città dell’Alto Adige (appena 876 abitanti spalmati su un’area di dodici chilometri quadrati) ed il suo segno distintivo sono le mura medievali, perfettamente conservate. Mura cittadine intatte, con torrioni semicircolari e tre porte testimoniano l’antico carattere difensivo della cittadina. Idillicamente circondata da prati e campi, Glorenza rappresenta un piccolo gioiello architettonico di cui, solitamente, ci si innamora a prima vista.

MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
Shimano Banner archivio Blog
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
SCOTT BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1

Glorenza, che fa parte dell’associazione “I borghi più belli d’Italia”, si trova al centro della val Venosta, sovrastata dal colle di Tarces, noto sito archeologico. Nei suoi dintorni, verso ovest, troverete Tubre in val Monastero, vicina al confine con la Svizzera, mentre verso nord, incontrerete prima Malles, poi il lago di Resia e l’omonimo passo.

Durante l’epoca romana sappiamo che Glorenza fu un’importante crocevia sia per la via Claudia Augusta che per l’antica via commerciale verso la Svizzera.

La prima citazione del borgo risale al 1163 e viene usato il nome “Glurnis”, che significa “ontaneto” o “noccioleto”. Nel 1332 la città assume un tale rilievo commerciale, che nella vallata viene imposta nella pesatura delle merci, la “misura di Glorenza”. Il borgo detiene anche il monopolio del commercio del sale, che proviene da Hall in Tirolo.

Questa pittoresca cittadina medievale, abbracciata da mura possenti, che la proteggono e allo stesso tempo creano un’atmosfera suggestiva, ha un organizzazione urbanistica tipica del medioevo, anche se lo stile architettonico della maggior parte degli edifici è del XVI secolo.

Nel centro storico di Glorenza, l’unico con dei portici in tutta la val Venosta, troverete numerose dimore di grande valore artistico, arricchite dai tipici Erker, e decorate con affreschi.

Con i suoi stretti vicoli ed angoli pittoreschi, Glorenza conserva un carattere del tutto particolare. Suggestivi portici, luogo di sosta preferito dalle mucche, cortili interni, case con facciate del primo gotico ed infine la piazza del Mercato con la fontana invitano ad una tranquilla sosta.

Tra i tesori da visitare c’è l’attuale municipio (realizzato tra il 1573 e il 1591), la torre Flurin (ex sede del tribunale), la Porta di Tubre (porta d’entrata della città), la torre Kolben, la chiesa dell’Ospedale, la chiesa parrocchiale di San Pancrazio e quella di San Giacomo al Maso Söles.

a cura della redazione

Shimano Banner archivio Blog
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
SCOTT BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *