SFONDO ASSOS
ITALIAN GRAVEL TROPHY BANNER TOP
BANNER CICLOPROMO FINISH LINE  BANNER TOP

GIRO. ANALISI DELLA SETTIMA TAPPA: PIZZO – PRAIA A MARE


Con la settima tappa si arriva finalmente sulla penisola italiana.

 

Si sale da Pizzo a Praia a Mare, da sud a nord, lungo la spettacolare costiera tirrenica della Calabria. Una frazione breve, di soli 159 km, con qualche lieve ondulazione, senza GPM e che dovrebbe esser ad appannaggio dei velocisti.

Percorso – Frazione non particolarmente impegnativa che si snoda essenzialmente lungo l’ampia strada a scorrimento veloce ss18. Unica leggera asperità di giornata la blanda salita che da Scalea porta ai 10 km dall’arrivo. Lungo il percorso non ci sarà neppure un GPM. A poco meno di 5 km dal traguardo si entra nel centro abitato di Tortora Marina prima e di Praia a Mare in seguito. Rettilineo di arrivo, senza pericoli, lungo quasi due chilometri.

Storia e curiosità – Pizzo ospiterà le operazioni di partenza. La città sorge su di un promontorio disposto al centro del Golfo di Sant’Eufemia. Sovrasta il centro abitato l’imponente Castello Aragonese, della fine del XV secolo. Qui fu rinchiuso e fucilato Gioacchino Murat (1767-1815). L’arrivo invece è posto a Praia a Mare. È la seconda volta che il paese ospita la Corsa Rosa. Nel 2016 la tappa aveva un finale insidioso, con il duro strappo del Fortino, dove il toscano Diego Ulissi, con la collaborazione del compagno di squadra Valerio Conti, riuscì a passare per primo la linea del traguardo con cinque secondi di vantaggio sull’olandese Tom Dumoulin.

Possibili favoriti – Tornano in campo le ruote veloci. Dovrebbe partire una fuga da lontano, favorita anche dai distacchi creatisi nella generale, dopo l’arrivo sulla cima dell’Etna, ma essendo una tappa breve, difficilmente gli sprinter si faranno sfuggire questa ghiotta occasione. In questo caso, si ripartirà da come ci eravamo lasciati in Israele, cioè da Elia Viviani. Il velocista veneto sarà certamente il riferimento per tutti e vorrà mettere altri punti in cassaforte per la maglia ciclamino. D’altro canto però, sarà il più marcato e dovrà guardarsi le spalle da alcuni avversari che sembrano in ottima forma, due su tutti Sam Bennett e Sacha Modolo. Entrambi, nelle prime due frazioni siciliane, hanno corso molto bene, arrivando a star davanti anche nel finale. Il percorso breve dovrebbe garantire inoltre a un ciclista esplosivo come Kuba Mareczko di poter dire la sua. Ricordiamo infine che non ci sarà invece Andrea Guardini, ritiratosi durante la quarta tappa, a causa di un attacco febbrile. Alcuni nomi caldi: Elia Viviani  – Jakub Mareczko – Sacha Modolo – Kristian Sbaragli – Sam Bennett – Jempy Drucker. – Danny Van Poppel – Manuel Belletti.

a cura di Davide Pegurri – iNBiCi magazine

KTM ROAD LIGHT BANNER NEWS 6
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
SCOTT BANNER NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
KTM AERO BANNER NEWS 5
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *