SFONDO ASSOS
domenica , 17 Novembre 2019
INBICI TOP CHALLENGE BANNER TOP
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
Home > Top News > GIRO. VITTORIA DI VIVIANI A TEL AVIV

GIRO. VITTORIA DI VIVIANI A TEL AVIV


Elia Viviani conquista la vittoria nella seconda tappa, prima in linea del Giro, con arrivo a Tel Aviv.

Grazie a una poderosa volata riesce a mettersi alle spalle tutti i rivali velocisti. Secondo al traguardo giunge Jakub Mareczko, mentre sul gradino più basso del podio si piazza Sam Bennett. La maglia rosa passa sulle spalle dell’australiano Rohan Dennis.

 

La tappa – Prima undici chilometri di trasferimento tra le vie di Haifa, poi il via ufficiale della seconda frazione. Inizio scoppiettante, continui scatti, con Davide Ballerini (Androni Sidermec) più volte impegnato nel tentativo di prendere il largo. Dopo 10 km dalla partenza proprio l’italiano riesce a condurre una fuga composta inizialmente da soli due uomini, assieme a lui, Lars Bak Ytting (Lotto Fix All). Al traguardo volante di Acri si fa notare un concentrato Elia Viviani che sprinta per i punti della maglia ciclamino. Poco dopo anche il canadese Guillaume Boivin (Israel Cycling Academy) raggiunge i due di testa, mentre dietro il gruppo pian piano lascia spazio, pur tenendo il distacco dei tre sempre sotto controllo. Massimo vantaggio per i fuggitivi di poco inferiore ai quattro minuti mentre prima ora di gara davvero veloce con media di 46,3 Km/h. Al GPM di quarta categoria transita in prima posizione Enrico Barbin. Appena scollinato, in vista del secondo traguardo volante, la Bmc conduce il gruppo e chiude sui fuggitivi di giornata. Rohan Dennis passa per primo al secondo traguardo volante e sfila così la maglia rosa all’olandese Tom Dumoulin.

Il finale – Da segnalare, prima della bagarre tra gli sprinter, il nuovo allungo dell’indomito Guillaume Boivin che a 16 km dal traguardo viene ripreso dal gruppo. Tony Martin (Katusha Alpecin) e Enrico Battaglin (Lotto NL-Jumbo) prima, e José Goncalves (Katusha Alpecin) dopo, fanno un timido tentativo per evitare l’arrivo a ranghi compatti, tuttavia alcune formazioni dei velocisti riescono a controllare, organizzandosi con i propri treni. Non perfetto il lavoro della Quick-Step Floors che tuttavia riesce a tenere davanti il proprio capitano. Nulla da fare per Kuba Mareczko che ha il coraggio di lanciare lo sprint che però diventa una dimostrazione di potenza di Elia Viviani.

Il vincitore – Era il favorito numero uno per la tappa odierna e il campione olimpico dell’omnium non ha deluso le attese. Oggi ha corso da vero protagonista, sprintando ai traguardi volanti e soprattutto staccando tutti di ruota sul traguardo di Tel Aviv. Dopo tre anni, Elia riesce a ripetersi e conquistare il secondo successo alla Corsa Rosa. Sicuramente nelle prossime frazioni sarà il ciclista di riferimento per tutte le ruote veloci.

La classifica generale – I primi due della generale si scambiano le posizioni. Victor Campenaerts ma soprattutto Rohan Dennis sono andati in cerca di abbuoni. Proprio l’australiano, grazie a una perfetta tattica di squadra, è riuscito a prendere quei tre secondi che gli hanno consentito di scalzare Tom Dumoulin dalla vetta. L’olandese dal canto suo, pur non essendo quella odierna una tappa particolarmente difficile, non ha voluto correre rischi ed è parso sempre concentrato. Anche gli altri favoriti per la vittoria finale, ben supportati dalle proprie squadre, sono giunti al traguardo senza intoppi.

Le maglie – Come già detto prima, cambia padrone la maglia rosa che va a Rohan Dennis (BMC Racing Team). Conquista invece la prima maglia azzurra di questo Giro d’Italia, dopo esser transito per primo al GPM odierno di quarta categoria, l’italiano Enrico Barbin (Bardiani Csf). Grazie invece al successo la maglia ciclamino passa sulle spalle di Elia Viviani (Quick-Step Floors). La maglia bianca invece rimane a Maximilian Schachmann (Quick-Step Floors).

ORDINE D’ARRIVO

1    Viviani Elia    Quick-Step Floors    3:51:20

2    Mareczko Jakub    Wilier Triestina – Selle Italia    ,,

3    Bennett Sam    BORA – hansgrohe    ,,

4    Bonifazio Niccolo    Bahrain Merida Pro Cycling Team    ,,

5    Modolo Sacha    Team EF Education First-Drapac p/b Cannondale    ,,

6    Venturini Clément    AG2R La Mondiale        ,

7    Gibbons Ryan    Dimension Data        ,,

8    Belletti Manuel    Androni – Sidermec – Bottecchia        ,,

9    Planckaert Baptiste    Team Katusha – Alpecin        ,,

10    Drucker Jean-Pierre    BMC Racing Team        ,,

 

CLASSIFICA GENERALE

1    Dennis Rohan    BMC Racing Team    4:03:21

2    Dumoulin Tom    Team Sunweb         0:01

3    Campenaerts Victor    Lotto Fix All        0:03

4    Gonçalves José    Team Katusha – Alpecin        0:13

5    Dowsett Alex    Team Katusha – Alpecin        0:17

6    Bilbao Pello    Astana Pro Team        0:19

7    Yates Simon    Mitchelton-Scott        0:21

8    Schachmann Maximilian    Quick-Step Floors        0:22

9    Martin Tony    Team Katusha – Alpecin        0:28

10    Pozzovivo Domenico    Bahrain Merida Pro Cycling Team        ,,

 

a cura di Davide Pegurri -iNBiCi magazine

BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
Banner dentro Notizia Assos
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
ISTRIA Granfondo banner blog
Banner archivio Blog - Shimano
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *