MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Home > G News > REBELLIN SOGNA IL GIRO 2020: “FARO’ PARTE DI UNA PROFESSIONAL UNGHERESE”
National Championship Italy 2019 - Men Road Race - Borgo Val di Taro - Compiano 227 km - 30/06/2019 - Davide Rebellin (ITA - Meridiana - Kamen) - photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2019

REBELLIN SOGNA IL GIRO 2020: “FARO’ PARTE DI UNA PROFESSIONAL UNGHERESE”

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Davide Rebellin sogna di poter prendere parte al Giro d’Italia 2020. Il 48enne corridore italiano, attualmente in forza alla formazione Continental Meridiana Kamen, nella prossima stagione potrebbe passare ad una nuova formazione Professional che chiederà di ottenere la Wild Card per la corsa rosa. Secondo quanto si apprende dalle colonne del quotidiano L’Arena, il progetto si chiama Epowers Factory Team, con lo sponsor principale che è specializzato nella produzione di motori per bici a pedalata assistita.

Dato che il Giro d’Italia 2020 vivrà la propria grande partenza in Ungheria, la Epowers Factory Team, voluta da Thomas Pocze, sogna una Wild Card per il Giro, ma il progetto andrà avanti indipendentemente dall’assegnazione dell’invito per la corsa rosa.

Rebellin, però, non vuole sbilanciarsi: “Qualora dovesse arrivare la Wild Card per il Giro, valuterò se avrò le condizioni per potervi prendere parte”. Il corridore italiano ha preso parte per 12 volte in carriera al Giro d’Italia e la sua ultima partecipazione risale al 2008.

“Quando deciderò di smettere – spiega Rebellin – continuerò con l’Epowers. Il progetto è interessante anche per questo. E prima potrei fare il direttore sportivo in corsa perché vedo che hanno fiducia in me, mi ascoltano”. Nel frattempo, continua ad allenarsi anche con sedute di sette ore: “mi alleno sempre volentieri e continuo a fare lunghe uscite anche se, in questo periodo, ho ridotto l’intensità perché non mi serve, visto che l’obiettivo è fare bella figura a settembre”.

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
BIKE LIFE BANNER BLOG NEWS
Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *