MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER

GIRO U23: VINCE VLASOV


È Alexandr Vlasov il re del Giro d’Italia U23 2018.

Nella particolare cronometro finale, che vedeva gli ultimi 20 corridori della classifica generale partire in ordine di graduatoria e con i distacchi effettivi (quindi prima la maglia rosa e poi via via tutti gli altri), è stato il 22enne della Gazprom-Rusvelo, che già indossava il simbolo del primato, a tagliare per primo al traguardo. Alle sue spalle hanno dato vita ad una bella rimonta João Almeida (Hagens Berman Axeon) e Robert Stannard (Mitchelton-Scott), che dalla sesta e settima posizione che avevano prima del via della crono di Ca’ del Poggio, hanno recuperato fino alla seconda e terza posizione finale, conquistando così il podio.

 

Per quanto riguarda i tempi effettivi, il miglior crono è stato fatto segnare proprio da Stannard, che ha anticipato di 11 secondi Almeida e di 31 Mikkel Bjerg (Hagens Berman Almeida). Quinto posto di tappa per Edoardo Affini (SEG) a 1’07” e sesto per Matteo Sobrero (Dimension Data for Qhubeka) a 1’08”, che hanno pagato un percorso un po’ troppo impegnativo per le loro caratteristiche. Buona prova anche del 19enne Alessandro Covi (Team Colpack), che chiude la crono al nono posto a 1’42” dall’australiano e riesce a risalire fino all’ottavo posto in classifica generale, confermandosi il migliore degli italiani. Per i colori azzurri è stato un Giro a due facce: positivo per quanto riguarda le volate, ma molto negativo nelle tappe di salita dove, ovviamente, si è decisa la classifica generale.

Sono invece rimasti beffati i britannici Mark Donovan (Team Wiggins) e Stephen Williams (SEG), che chiudono al quarto e quinto posto finale, e i colombiani Alejandro Osorio (GW-Shimano), a lungo maglia rosa in questi dieci giorni, e Cristian Camilo Muñoz (Coldeportes Zenu Sello Rojo), sesti e settimi finali.

Ordine d’arrivo:
1. Robert Stannard (AUS, Mitchelton-BikeExchange) 22,4 km in 29’25” alla media di 45,688 km/h
2. Joao Almeida (POR, Hagens Berman Axeon) a 11″
3. Mikkel Bjerg (DEN, Hagens Berman Axeon) a 31″
4. Stefan Jaco De Bod (RSA, Dimension Data for Qhubeka) a 59″
5. Edoardo Affini (ITA, SEG Racing Academy) a 1’07”
6. Matteo Sobrero (ITA, Dimension Data for Qhubeka) a 1’08”
7. Alexander Vlasov (RUS, Nazionale Russa) a 1’13”
8. Sean Bennett (USA, Hagens Berman Axeon) a 1’19”
9. Alessandro Covi (ITA, Team Colpack) a 1’42”
10. Alejandro Osorio Carvajal (COL, Nazionale Colombia) a 1’52”

Classifica generale:
1. Alexander Vlasov (RUS, Nazionale Russa) 1197,2 km in 29h57’42” alla media di 39,953 km/h
2. Joao Almeida (POR, Hagens Berman Axeon) a 46″
3. Robert Stannard (AUS, Mitchelton-BikeExchange) a 52″
4. Mark Donovan (GBR, Team Wiggins) a 1’03”
5. Stephen Williams (GBR, SEG Racing Academy) a 1’56”
6. Alejandro Osorio Carvajal (COL, Nazionale Colombia) a 1’57”
7. Cristian Muñoz Lancheros (COL, Nazionale Colombia) a 3’22”
8. Alessandro Covi (ITA, Team Colpack) a 6’28”
9. Michel Ries (LUX, Polartec-Kometa) a 6’32”
10. Yuriy Natarov (KAZ, Team Astana City) a 6’35”
Altri italiani: 12. Luca Covili (Mastromarco Sensi Nibali) a 8’11”; 19 Matteo Bellia (IAM Excelsior) a 13’40”; 20. Alberto Giuriato (CT Friuli) a 16’45”.

fonte SpazioCiclismo

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *