SFONDO ASSOS
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
INBICI STORE BANNER TOP NERO
Home > gn > HAI BEVUTO? L’AUTO NON PARTE. L’UE VARA LA NUOVA LEGGE PER LA SICUREZZA STRADALE

HAI BEVUTO? L’AUTO NON PARTE. L’UE VARA LA NUOVA LEGGE PER LA SICUREZZA STRADALE

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango" e "Due pedali per volare"


Una notizia che ci sentiamo di riportare, in quanto il nostro sito web è da sempre molto attento alla tematica della sicurezza stradale per chi va in bicicletta. Chiaramente, questa innovazione dovrebbe rendere più sicura la strada anche per tutti gli altri utenti, in primis i pedoni, ma anche gli automobilisti che si attengono scrupolosamente al codice della strada.

Negli ultimi anni, non sono stati pochi gli automobilisti positivi all’alcoltest dopo aver investito ciclisti o pedoni. Per far fronte al problema dell’uso di alcool prima di guidare l’autovettura, l’Unione Europea ha varato una legge secondo la quale tutte le nuove auto immatricolate dalla metà del 2022 dovranno avere un dispositivo automatico di rilevazione dell’alcool nel conducente. Se il sistema dovesse accorgersi che il conducente ha bevuto un bicchiere di troppo, l’automobile non si metterà in moto.

Il sistema di sicurezza è chiamato alcolock ed è stato approvato da tutti gli stati membri dell’UE.

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango" e "Due pedali per volare"

Banner archivio Blog - Shimano
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
BELTRAMI TSA BLOG NEWS
GRANFONDO SANREMO BANNER BLOG NEWS + DENTRO NEWS
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango" e "Due pedali per volare"

Un Commento

  1. Massimo Ursella

    Io lo renderei obbligatorio anche sui mezzi di circolazione in circolazione in primis sulle corriere e sui camion. Comunque bella notizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *