SFONDO ASSOS
mercoledì , 16 Ottobre 2019
INBICI TOP CHALLENGE BANNER TOP
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
Home > Magazine

Magazine

Una ventata di novità nel mondo del ciclismo. Con un tocco d’azzurro

Archiviata l’onda britannica (poker di Froome e vittorie di Wiggins e Thomas con unica eccezione l’impresa di Nibali nel 2014), l’ultimo Tour de France ha segnato l’inizio di una nuova era. La vittoria del colombiano Egan Bernal consegna al mondo del ciclismo un nuovo talento e, soprattutto, dimostra che quel ricambio generazionale a lungo atteso, ormai può dirsi completato. Una ventata nuova attraversa il mondo del ciclismo che, ingessato per anni nei volti di sempre, può finalmente appassionarsi a nuove storie e a nuovi campioni.

E nel “new-deal” c’è spazio anche per l’Italia, grande protagonista ai campionati europei di Alkmaar, dove abbiamo conquistato ben nove podi (solo i padroni di casa dell’Olanda ci sopravanzano nel medagliere).

Dietro l’impresa di Elia Viviani, infatti, scalpitano giovani di formidabili prospettive, come Letizia Paternoster, oro nella prova in linea under 23, o come Alberto Dainese, sprinter implacabile nella stessa prova dedicata agli uomini. O come Andrea Piccolo, cronoman emergente vincitore del primo oro azzurro in questa spedizione olandese che certifica, ancora una volta, lo straordinario lavoro dei commissari delle rispettive Nazionali italiane coordinate dal Ct Davide Cassani.

Tornando agli amatori, con la Gran Fondo di Torino, abbiamo consegnato agli archivi una nuova edizione dell’InBici Top Challenge che, a questo punto, vivrà il suo atto finale il 9 novembre a Riccione, teatro delle premiazioni ufficiali del circuito 2019. Sarà l’occasione per ripercorrere, assieme a tutti i suoi protagonisti, le fasi salienti di una stagione esaltante e per proiettarci all’edizione del 2020 che si annuncia, tanto per cambiare, la più bella di sempre.

Maurizio Rocchi