Sfondo Assos SFONDO ASSOS SFONDO INTERNAZIONALI D\'ITALIASFONDO COSMOBIKE
giovedì , 21 giugno 2018
Assos Top
TOP Shimano
Inbici Top Challenge
Home > Magazine

Magazine

Condividi

 

Lo sport più bello del mondo

 

Ci lasciamo alle spalle un primo scorcio d’estate esaltante in cui il ciclismo, fedele alla sua imprevedibilità, si è divertito a stravolgere gerarchie e a dissolvere certezze.

Da oggi sappiamo che Froome non è un robot spento e inespressivo, bensì un campione ardente e profondo, di quelli capaci di lasciare il segno anche nei cuori dei tifosi, oltre che negli albi d’oro dei grandi giri. Sappiamo che Dumoulin non è una meteora ma un degno antagonista, che Aru non è ancora un fuoriclasse e che Viviani è finalmente diventato uno sprinter di livello mondiale.

Questo e molto altro ci ha detto un Giro incerto ed emozionante che, ancora una volta, ha dimostrato la bellezza di questo sport capace di esaltare le folle e di mettere a tacere i soliti detrattori.

Una scia di passione che avevano già assaporato sulle strade della Via del Sale e della Nove Colli, le celebrazioni più solenni e partecipate del ciclismo amatoriale, eventi popolari che sembrano fatti apposta per ricordarci che, da Roma a Cesenatico, il ciclismo resta – oggi come ieri – lo sport più bello del mondo.

 

Maurizio Rocchi