GSG.COM  SKIN BANNER
BANNER CICLOPROMO MAXXIS HR BANNER TOP
ITALIAN GRAVEL TROPHY BANNER TOP
Tirreno Adriatico 2018 - Damiano Caruso

CARUSO, IL CAPITANO DELLE MILLE SPERANZE


Damiano Caruso, ancora lui. Il corridore che può fare tanto, tantissimo, nel quale ogni anno viene riposta grande fiducia da parte di tutti.

 

Un ragazzo al quale manca solo la vittoria “di peso” per completare una carriera che, fin qui, è sicuramente ottima: secondo al Giro di Svizzera della scorsa stagione, annata nella quale ha anche sfiorato la top 10 al Tour de France, ottavo al Giro d’Italia 2015 e terzo al Giro dell’Austria nel 2014. Tutto questo senza dimenticare il grande lavoro svolto per i propri capitani, che in una squadra come la Bmc non deve mai mancare. Insomma, al siciliano, che ha iniziato ad andare in bici da piccolo perchè doveva dimagrire, manca davvero solo una vittoria importante: chissà che il 2018 non possa essere l’annata buona per centrare il bersaglio grosso in qualche corsa a tappe.

E’ il terzo anno consecutivo che il team americano ottiene la vittoria nella cronosquadre di apertura della Tirreno, ed è un grande risultato se pensiamo al fatto che il vincitore di due anni fa, Greg Van Avermaet, ha dimostrato di avere già un’ottima forma fisica. Certo, la tappa di sabato sembra davvero troppo dura per lui, ma non è detto che il talento belga, campione olimpico, dopo aver vinto l’edizione “monca” di due anni fa, possa ripetersi se dovesse tenere su una salita così lunga, sulla quale potrebbe invece tenere proprio Damiano Caruso.

UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
SCOTT BANNER NEWS
KTM ROAD LIGHT BANNER NEWS 6
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
KTM AERO BANNER NEWS 5
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

Non bisogna però fare i conti senza l’oste, o meglio senza il responso della strada: Mark Cavendish ne è a conoscenza, soprattutto dopo la caduta di oggi, la quale probabilmente è stata causata da una buca mentre stava pedalando a 60 km/h. Un periodo davvero nero per il campione del mondo su strada nel 2011, che domani avrebbe potuto giocarsi un bel successo contro Gaviria e Sagan.

a cura di Carlo Gugliotta

KTM AERO BANNER NEWS 5
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM ROAD LIGHT BANNER NEWS 6
SCOTT BANNER NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *