SFONDO INTERNAZIONALI D\'ITALIASFONDO COSMOBIKESFONDO ASSOS Sfondo Assos
lunedì , 18 giugno 2018
Assos Top
Inbici Top Challenge
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > Dietro le quinte
dietro-le-quinte-jpg
Dietro le quinte

Dietro le quinte

Condividi

Lo sport professionistico nella preparazione atletica ha fatto passi da gigante negli ultimi anni. La scienza applicata all’allenamento è oggi il plus, soprattutto in quelle discipline dove le differenze sono minime.

 

Nel ciclismo, gli atleti di vertice, che si cimentano in una cronometro sono costantemente alla ricerca di tecniche di allenamento e attrezzature innovative per dare loro un vantaggio sulla concorrenza. Una delle ultime frontiere è il raffreddamento dell’atleta in fase di riscaldamento. Il tutto avviene indossando un giubbottino refrigerante, che riduce la temperatura interna del corpo mentre le gambe rimangono calde. Questo induce una maggiore spinta del sangue al cuore facendo aumentare la gittata cardiaca con conseguente maggiore flusso di ossigeno alle gambe e una spinta più proficua nei primi 10/20 minuti dello sforzo. Secondo uno studio Nike, preraffreddando il cuore, un atleta può migliorare le prestazioni del 21% e secondo un altro studio effettuato dall’Istituto Australiano dello Sport (AIS), l’atleta ha mostrato maggiori prestazioni, resistenza e minor percezione della fatica. A livello di elite questo può significare la differenza tra vincere e perdere.

Banner dentro Notizia INBICI TOP CHALLENGE
Banner dentro Notizia Assos
Banner Dentro Notizia - LARM
BANNER Dentro Notizie SMP
BANNER DENTRO NOTIZIE CosmoBike

Quindi nessuna sorpresa se i maggiori Team hanno adottato questo sistema per i propri ciclisti di vertice impegnati nelle prove contro il tempo. I primi ad avvicinarsi a queste tecniche sono state le formazioni anglosassoni da sempre più attente alle prove a cronometro e di conseguenza più vicine alla ricerca delle miglior prestazioni. Ma negli ultimi anni la nascita di Team internazionali hanno fatto sì che atleti anche se appartenenti a scuole di ciclismo più tradizionali come la Spagna, l’Italia e la Francia abbiano dovuto adeguarsi alle nuove correnti.

 

a cura di ANDREA AGOSTINI

Refriggerante
VIC 6568.JPG
   

Banner Dentro Notizia - LARM
Banner dentro Notizia INBICI TOP CHALLENGE
BANNER DENTRO NOTIZIE CosmoBike
BANNER Dentro Notizie SMP
Banner dentro Notizia Assos

Ti potrebbero Interessare

BMW HERO SÜDTIROL DOLOMITES : PAEZ E KOLLMANN-FORSTNER TRIONFANO NELLA 9^ EDIZIONE

CondividiLeonardo Paez e Christina Kollmann-Forstner sono i vincitori della BMW HERO Südtirol Dolomites 2018.   …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *