SFONDO ASSOS Sfondo Assos SFONDO INTERNAZIONALI D\'ITALIASFONDO COSMOBIKE
giovedì , 21 giugno 2018
Inbici Top Challenge
TOP Shimano
Assos Top
Home > Tutti gli Articoli > Dolce viaggio autunnale a pedali per famiglie in Val di Chiana
dolce-viaggio-autunnale-a-pedali-per-famiglie-in-val-di-chiana-1-jpg

Dolce viaggio autunnale a pedali per famiglie in Val di Chiana

Condividi

si pedala nel cuore della civiltà etrusca e nel segno delle acque in un territorio disegnato dalle forze della natura e dalle mani dell’uomo.

 

Luoghi d’acqua antichissimi, centri termali all’avanguardia. Passato e presente trovano una rinnovata sublimazione nel benessere, rendendo unica l’offerta termale delle Terre di Siena, le cui strade scrivono poesie e disegnano traiettorie nel segno dell’armonia. Colline giocano con la forza di gravità, ruote e pedali inseguono tracce che appaiono e scompaiono nella dimensione di un paesaggio dove anche una pedalata ha la leggerezza della mano di un artista.

Banner dentro Notizia INBICI TOP CHALLENGE
BANNER DENTRO NOTIZIE CosmoBike
BANNER Dentro Notizie SMP
Banner dentro Notizia Assos

 

La vocazione turistica di questa zona è molto legata alle capacità ricettive di Chianciano e delle sue rinomate Terme, alla varietà ambientale che regala zone pianeggianti facilmente pedalabili e aree collinari dai profili movimentati. Oltre alle acque di Chianciano (da non perdere le nuove Piscine Termali Theia) è possibile immergersi tra tepori e vapori di Montepulciano e San Casciano Bagni. La Val di Chiana è dunque anche “Terra delle acque”, meta ideale per per gli amanti della bici e del wellness.

 

La storica opera di bonifica in Val di Chiana (premiata nel 2011 all’EUROPEAN GREENWAYS AWARD per lo sviluppo di un prodotto turistico legato al ciclismo ed al podismo in Toscana che permette di godere del contatto con la natura, con l’arte e con lo spirito dei luoghi grazie anche alle opere di ingegneria idraulica presenti lungo il Sentiero) iniziò nel XVI secolo e rappresenta un’opera magnifica di ingegneria idraulica storica che ancora oggi svolge una importane funzione sul territorio. Con l’opera di bonifica e la realizzazione del Canale Maestro, attraverso colmate, ponti, canali e chiuse il corso dell’acqua ha cambiato direzione e procede verso su per confluire nell’Arno

Il risultato, dopo secoli di palude, è una tra le valli più fertili d’Italia. Oltre ai contenuti paesaggistici e storici, questa pista ciclabile che attraversa tutta la Val di Chiana si identifica per una forte caratterizzazione turistica e nel senso della piena fruibilità, così come avviene per le piste ciclabili europee, destinate a chi viaggia senza fretta. L’antica strada utilizzata per la manutenzione del canale e delle chiuse costituisce infatti un tracciato naturale privo di dislivelli e particolarmente adatto ad un turismo sportivo familiare, una sorta di via preferenziale verso il cuore della valle si frequentata, ma sconosciuta ancora da chi l’attraversa in auto. Il percorso in linea, abbinato al trasporto integrato con il treno, permette di effettuare l’intero tracciato senza dover tornare sui propri passi e i servizi che vengono predisposti (noleggio bici, bagagli, strutture turistico ricettive specializzate lungo il percorso) rendono questa ciclabile un punto di riferimento nel cuore delle Terre di Siena, facilmente raggiungibile in treno con le stazioni di Chiusi e Arezzo, dove molteplici sono le possibilità di entrare in sintonia col cuore di una terra.

 

Il sentiero ciclopedonale del Canale Maestro della Chiana è di circa 62 kmSi comincia a pedalare dalla stazione ferroviaria di Chiusi raggiungendo facilmente l’inizio del sentiero. Il percorso parte proprio nel punto in cui si trova l’argine costruito in seguito al concordato del 1780 tra Granducato di Toscana e Stato Pontificio. Brevi deviazioni dal percorso principale permettono di effettuare un vero e proprio viaggio di scoperta verso città d’arte come Montepulciano e Chiusi (senza tralasciare Arezzo, Castiglion Fiorentino e Cortona nel tratto della provincia aretina). Storia dunque, ma anche e soprattutto natura dove gli specchi d’acqua dei laghi di Chiusi e Montepulciano, ricchi di flora e fauna, censiti come importanti biotopi, rappresentano oasi di grande interesse per cicloturisti appassionati di birdwatching.

 

Per concludere il viaggio lungo il Sentiero della Bonifica si consiglia da Chiusi una deviazione su Chianciano per provare il “bagno degli Etruschi”, negli stabilimenti fra acque calde, fredde, tiepide delle Terme, ognuna con caratteristiche tanto particolari da renderla unica, eppure tutte con un valore comune: quello di donare benessere e nuova bellezza.

 

A Chianciano si trovano parchi vintage dalle atsmosfere felliniane, oppure moderni con strutture avveniristiche e ovunque regna la ricerca del benessere in scienze applicate all’antica tradizione, come accade nel nuovo e straordinario complesso di Piscine Termali THEIA in parte coperte e fruibili sia in estate che in inverno. Alimentate dall’acqua della sorgente Sillene le 4 piscine esterne e le 3 interne hanno una temperatura compresa fra i 33 gradi e i 36 gradi. Le vasche (al venerdì e sabato aperte fino alle ore 24) sono dotate di giochi d’acqua, idromassaggi con lettini, e “colli di cigno” per i getti di acqua cervicali, sedute, botti e un “pozzo”, suggestivo gioco d’acqua termale per recuperare benessere e bellezza e ritrovare gli equilibri perduti.

 

Proposta di due giorni e una notte alle Piscine Termali Theia

a partire da € 59,00 a persona.

Il pacchetto può essere personalizzato in base alle esigenze dei visitatori.

 

La quota comprende:

– 1 pernottamento con prima colazione inclusa;

– 1 drink di benvenuto;

– 1 ingresso giornaliero alle piscine Termali Theia

 

Servizi su richiesta:

– prenotazione ingresso Terme Sensoriali e piscine termali della zona

– prenotazione ristoranti e degustazioni enogastronomiche

– noleggio auto, auto d’epoca, nuova vespa Piaggio, vespa d’epoca

– ingressi ai Musei di Chianciano e della zona

 

Info su:

http://www.bici.terresiena.it – http://www.sentierodellabonifica.it

http://www.vivichiancianoterme.it

 

Ufficio Stampa e Comunicazione

Officine Kairòs – T 039 877935 – F 039 9716227 –

http://www.officinekairos.it – redazione@officinekairos.it

 

 

agriturismo-con-mountain-bike-in-toscana-194022 632x330
gruppo
   

BANNER Dentro Notizie SMP
Banner dentro Notizia Assos
BANNER DENTRO NOTIZIE CosmoBike
Banner dentro Notizia INBICI TOP CHALLENGE

Ti potrebbero Interessare

AIR 2018 – DAMIANO CUNEGO: “STO VIVENDO SERENAMENTE IL MOMENTO DEL MIO RITIRO”

CondividiDamiano Cunego, vincitore del Giro d’Italia nel 2004, si appresta in questi giorni a vivere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *