SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO COSMOBIKE
Sfondo Assos
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > GIRO. ANALISI DELLA DICIANNOVESIMA TAPPA: VENARIA REALE – BARDONECCHIA

GIRO. ANALISI DELLA DICIANNOVESIMA TAPPA: VENARIA REALE – BARDONECCHIA

Una frazione tutta piemontese, anzi, tutta in provincia di Torino. Partenza da Venaria Reale e arrivo a Bardonecchia dopo 184 km. Non un tappa qualunque ma “La Tappa” di questo Giro. Qui i big si giocheranno la maglia rosa.

 

Percorso – Tappa di alta montagna e penultimo arrivo in ascesa. Si parte quasi immediatamente in salita scalando il Colle del Lys da Viù per discendere nella valle della Dora Riparia e portarsi a Susa per la scalata del Colle delle Finestre. Il Colle delle Finestre (Cima Coppi) presenta pendenza praticamente costante al 9,2% dall’inizio alla fine (breve strappo a Meana di Susa, max 14%) e per i primi 9 km è asfaltato, mentre i successivi 9 km sono sterrati. Durante la prima parte si incontrano 29 tornanti in meno di 4 km (fino alla vetta sono 45 tornanti). La discesa è molto impegnativa, ristretta ed esposta nella prima parte fino a Pian dell’Alpe. Una volta rientrati nella ss23, la salita riprende con pendenze accessibili fino all’arrivo. Segue una ascesa lunga e pedalabile fino al GPM di Sestriere. Discesa veloce fino a Oulx prima del falsopiano che porta a Bardonecchia (TV) e allo Jafferau.

Storia e curiosità – La partenza del Giro d’Italia 2011, che ricordava il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, avvenne con la cronometro a squadre Venaria Reale-Torino vinta dalla statunitense HTC-Highroad, con la prima maglia rosa indossata dal bergamasco Marco Pinotti. La vetta più alta del Giro d’Italia 2018 sarà il Colle delle Finestre, la Cima Coppi più “recente”, entrata nel club ristretto solo nel 2015 quando Mikel Landa vi passò per primo. Fu percorso per la prima volta nell’edizione del Giro d’Italia 2005, 19° tappa, Savigliano-Sestriere vinta dal venezuelano José Rujano con Simoni a 26” e Di Luca a 1’37”. La maglia rosa Paolo Savoldelli seppe gestire il suo vantaggio in emozionanti e serrati testa a testa sulla spettacolare salita, lungo la discesa e poi fino al traguardo del Sestriere. Era l’esordio del Colle delle Finestre nella Corsa Rosa. Il vincitore della tappa che include la Cima Coppi si aggiudicherà il Trofeo Torriani.

INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Possibili favoriti – In questa frazione i capitani, che puntano alla vittoria finale, si daranno battaglia e saranno i grandi favoriti. Tuttavia, a causa della presenza di numerosi GPM e soprattutto della Cima Coppi, una fuga da lontano potrebbe giungere ai piedi della ascesa finale con un margine sufficiente per giocarsi il trionfo. In questo caso, dovrebbe quasi sicuramente provare a far parte, di un tentativo da lontano, Giulio Ciccone che ha come obiettivo la conquista della maglia azzurra. Dopo quello che è successo sulla salita di Pratonevoso, Simon Yates dovrà guardarsi bene le spalle dagli avversari, soprattutto da Tom Dumoulin. Domenico Pozzovivo e Chris Froome potrebbero essere davanti per giocarsi la vittoria anche in questa frazione. La diciannovesima tappa può essere anche un occasione di riscatto per Fabio Aru, fin qui, la delusione di questo Giro. Alcuni nomi caldi: Chris Froome – Fabio Aru – Thibaut Pinot – Tom Dumoulin – Miguel Angel Lopez – Domenico Pozzovivo – Giulio Ciccone – Simon Yates.

A cura di Davide Pegurri – iNBiCi magazine

 

Condividi
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Ti potrebbero Interessare

DAMIANO CUNEGO PEDALERÀ CON EXEPT!

Siamo orgogliosi di annunciare la nostra partnership con Damiano Cunego, uno dei pochi ciclisti ad …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *