SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO ASSOS
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > GS CICLI GAUDENZI ASD MONTEVARCHI, DA UN’ANTICA BOTTEGA DI BICICLETTE L’INIZIO DI UNA GRANDE STORIA DI VITA

GS CICLI GAUDENZI ASD MONTEVARCHI, DA UN’ANTICA BOTTEGA DI BICICLETTE L’INIZIO DI UNA GRANDE STORIA DI VITA


La storia del gruppo Cicli Gaudenzi ha origini lontane. Tutto comincia oltre 90 anni fa, nel 1927, quando Ivan Gaudenzi (classe 1927), a soli 10 anni, inizia a lavorare come garzone in una bottega di biciclette a Montevarchi (ditta Masini Osvaldo), dove tra gli altri ciclisti dell’epoca si fermava, durante i suoi allenamenti, anche un certo Gino Bartali.

Dopo anni di duro apprendistato, nel ’60 apre un’officina specializzata in biciclette da corsa, dove nel 1975 si forma il primo gruppo di appassionati vestiti con i colori “rosso-bleu-bianco” della prima maglia.

Nel corso degli anni, la passione ed i segreti del mestiere vengono trasmessi ai figli: c’è Alessandro che gareggia nelle giovanili del GS Olimpia V.se fino alla categoria Dilettanti nella U.S. Fracor, ma soprattutto c’è Alberto il quale – dopo alcuni anni passati nell’officina del padre – nel 1990 inizia l’avventura come meccanico in squadre professionistiche (Jolly Componibili, Mercatone Uno, Mg-Gb Bianchi, Saeco, Cantina Tollo).

VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
Banner dentro Notizia Assos
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
PISSEI BANNER BLOG+ NOTIZIE
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS

Più volte al Tour de France, Giro d’Italia e alle maggiori classiche nazionali e internazionali, per due volte viene selezionato da Alfredo Martini nell’equipe di meccanici della Nazionale: nel ’92 a Benidorm (con Bugno Campione del Mondo) e nel 97’ a San Sebastian accanto a campioni come Chioccioli, Ballerini, Casagrande, Bartoli.

Per anni segue Cipollini nei suoi successi e nel 97’ alla Saeco vince il Giro d’Italia con Ivan Gotti. Dopo un decennio Alberto termina l’attività professionistica e apre un negozio CBV – Centro Bici Valdarno a Montevarchi gestito insieme alla sorella Ilaria.

In questo contesto la famiglia Gaudenzi – insieme ad un gruppo di amici – sentono il bisogno di creare un gruppo sportivo dove far confluire quei sentimenti di amicizia e senso di appartenenza nella condivisione della passione per il ciclismo.

Nasce così, nel 1993, con quindici soci il G.S. Cicli Gaudenzi asd, sodalizio dedicato al settori ciclomatoriali e cicloturistici di strada e Mtb, presieduto da Cinzia (altra figlia) e diretto nel tempo libero con passione da Alessandro che si avvale di bravi e capaci collaboratori. Negli anni riscuote consensi sempre maggiori grazie soprattutto al rispetto della persona e dei valori umani sui quali si basa l’intera attività, fino a raggiungere nello scorso anno (2018) 210 iscritti provenienti non soltanto dalla provincia di Arezzo ma anche da quelle di Firenze, Siena, Grosseto, Livorno e Pisa con alcuni extraregionali e rappresentanti di altre nazioni quali l’Inghilterra, gli Stati Uniti e il Paraguay.

Alberto al Tour de France

Numerosi e attive sono le sezioni p.e. di Reggello (Fi) denominata “Tartarughe del Pratomagno” che si distingue per l’attività cicloturistico-culturale in Italia e all’estero, e quella di Firenze e Rufina (Fi), il caposaldo agonistico del team in quella provincia.

Raggiunte dimensioni importanti, il gruppo sportivo si struttura in tre settori: strada (ciclo fondisti e cicloamatori), mountain bike e cicloturistico. L’attività è libera senza obblighi o imposizioni, dettata esclusivamente dalla volontà e dai desideri dell’individuo che comunque è sempre al centro dell’attenzione senza distinzione fra l’agonista ed il più “tranquillo” dei cicloturisti, che rappresentano le due anime del gruppo.

Il team fornisce agli iscritti i principali servizi, che vanno dallo svolgimento pratiche di segreteria quali tesseramenti, prenotazione delle visite mediche d’idoneità, invio delle iscrizioni alle gare, prenotazioni alberghiere, organizzazione e pianificazione logistica delle trasferte, fino all’assistenza tecnica e meccanica nelle stesse gare. All’inizio di ogni anno vengono presentati i programmi e fissati gli obiettivi della stagione nella condivisione generale.

Ivan in bottega di Masini Osvaldo anni ’40

Molto emozionante e divertente l’esperienza alla mitica (e durissima!) “L’Eroica” su strade bianche, nella vicina Gaiole in Chianti dove nella scorsa edizione il team è stato presente con 70 iscritti in rigoroso completo di lana (realizzato con i colori della prima maglia pensata da Ivan nel ’75) e bici d’epoca. L’Eroica da 10 anni vede impegnato il CBV Centro Bici Valdarno anche come fornitore autorizzato all’assistenza meccanica con 6 postazioni sui percorsi. Nei periodi liberi da manifestazioni sportive, gradite e partecipate sono gli allenamenti e le pedalate sociali, tra le quali in luglio la “classica” Montevarchi (AR) – Puntala (GR) di 160 km, con pranzo finale a base di pesce. Durante l’anno numerosi sono i convivi dove in amicizia e allegria, dietro ad un bicchiere di buon rosso del Chianti, vengono ricordati i momenti più divertenti della stagione.

Mediamente il sodalizio partecipa a circa 80 manifestazioni all’anno in strada e Mtb. Nonostante la caratteristica principale sia la forza del gruppo (le oltre 180 vittorie di società lo dimostrano) grazie al notevole senso di appartenenza e partecipazione, anche dei familiari i quali non fanno mai mancare il loro apporto alle principali trasferte, c’è un sano spirito agonistico alla base di un palmares di tutto rispetto con 538 vittorie (fra strada e mtb), di cui 24titoli italiani, 24 titoli regionali e 15 titoli provinciali.

Ivan in bottega

Comunque nel settore strada la consapevolezza di essere tra le squadre più rappresentative a livello regionale si è avuta con le 10 splendide vittorie al Giro del Granducato di Toscana nella classifica finale per team (che univa la partecipazione a risultati agonistici, sposando in pieno la nostra filosofia) e le 2 vittorie nel circuito Coppa Toscana Road, mentre in ambito nazionale alla Maratona delle Dolomiti con il prestigioso 4° posto nel 2003 e 5° posto nel 2004 e 2018 e alla Nove Colli il 5° posto nel 2012 e 6° posto nel 2018 sempre nella classifica di squadra, risultati che hanno confermato il team toscano nella top-ten a livello nazionale. Nel settore mtb le entusiasmanti vittorie di società della Champions League (2000 e’01), della Coppa Toscana (’03) e il Titolo Regionale FCI (’01) hanno segnato un passo decisivo nella crescita in ambito regionale divenendo ben presto un team vincente di riferimento per stile e spirito di gruppo.

Nel 2010 il portacolori Luca Grazi è stato protagonista di un’avventura memorabile, dura ed emozionante, mossa da un bisogno spirituale: la traversata in bici in solitaria degli Stati Uniti d’America coast to coast. Partito da San Francisco il 5 febbraio, è arrivato a New York il 18 aprile dopo aver pedalato per 7000 km. Altro momento importante della storia di società ciclo amatoriale, si è realizzato nel 2013, con la partecipazione ai Campionati Mondiali di Ciclismo svoltisi a Firenze, quando Alice Karem Doljak, nella categoria Donne Elite, ha partecipato con la nazionale del suo Paese, il Paraguay.

Da alcuni anni l’attenzione della società è rivolta verso quei giovani che non hanno mai praticato sport oppure che, per varie ragioni, hanno abbandonato prematuramente certe discipline sportive, con l’obiettivo di non disperderne le forze, completarne la formazione ed avviarli o reinserirli al ciclismo soprattutto alla specialità del mountain bike.

Ivan e Alberto bici crono di Miguel Indurain 92

In ambito organizzativo il team è impegnato in provincia di Arezzo con l’organizzazione di quattro manifestazioni di Mountain Bike e 3 nella specialità “cross country”: a Castiglion Fibocchi il “Trofeo Mtb Matti in Bike Gello”, a Loro Ciuffenna in località San Clemente la “ Coppa Ribollita Bike” e il “Trofeo Mtb Borgo Anciolina” e i1 raduno “Trofeo Mtb di Primavera” a Castelnuovo dei Sabbioni – Cavriglia.

Il ringraziamento della società si rinnova ogni anno a tutti i ciclisti, familiari, collaboratori e partner pubblicitari che con tanta passione, amicizia, impegno e tanti sacrifici, hanno permesso negli anni di realizzare tutto questo.

Ivan, nel 2016 – all’età di 89 anni – ha chiuso la propria ditta Gaudenzi Ivan, adesso è felice e orgoglioso di avere trasmesso ai figli il proprio mestiere e di veder continuare e crescere quello che lui tanti anni prima, in una piccola bottega, aveva iniziato. Inutile dire che, se tutto questo si è realizzato, il merito è stato soprattutto suo.

Per il GS Cicli Gaudenzi il futuro dietro l’angolo si chiama InBici Top Challenge: “Abbiamo deciso di partecipare a questo circuito – spiega Gaudenzi – perché, oltre alla bellezza delle gran fondo proposte, condividiamo con InBici i valori sportivi e la voglia d’interpretare il ciclismo prima di tutto come una grande opportunità di divertimento e aggregazione”.

 

Condividi
PISSEI BANNER BLOG+ NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
Banner dentro Notizia Assos

Ti potrebbero Interessare

CAMPIONATI ITALIANI CRONOMETRO E STRADA : PARTECIPAZIONE RECORD PER L’EDIZIONE 2019

Mancano ormai 10 giorni all’appuntamento del 28 giugno quando a Bedonia (Parma) si aprirà il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *