LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO ASSOS
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > SANTILLI: “GF ROMA NON È IL RING DOVE SI SCIMMIOTTANO I PROFESSIONISTI…”

SANTILLI: “GF ROMA NON È IL RING DOVE SI SCIMMIOTTANO I PROFESSIONISTI…”

“Il mondo delle Granfondo in Italia è diventato un ring dove si tende a scimmiottare i professionisti, con a volte anche dei fenomeni  di doping, noi abbiamo individuato un altro tipo di antidoto, premiamo solo sulla base dei tempi di quattro cronoscalate.

Quindi ognuno si può scatenare in salita, e chi vuole vincere può dare tutto lì e godersi il resto del tragitto. Il vincitore dello scorso anno è arrivato un’ora dopo gli altri…”. Gianluca Santilli, storico organizzatore della Granfondo Campagnolo di Roma che si corre domenica 14 ottobre, si batte da sempre contro l’agonismo esasperato, contro l’esagerazione delle gare amatoriali dove si fanno medie da pro, contro la fissazione di tempi e classifiche. Il suo è un ciclismo come deve essere tra gli amatori e Roma, che quest’anno è alla settima edizione, ha aperto una breccia in cui anche tante altre granfondo cominciano ad infilarsi.

 

DANILO DI LUCA BANNER BLOG
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG

Sport, benessere, piacere di pedalare e territorio diventano così un mix che la bici tiene insieme. Nel migliore dei modi: “Visto che siamo evento che vuole che il territorio ci accolga bene- spiega-  c’è un tratto bellissimo, la ‘discesa del Tuscolo  che è devastata da più di dieci anni, è una delle discese più belle dei Castelli, dove c’è lo stop a moto e bici, così il Comune si deresponsabilizza. Ebbene io volevo passare lì, per evitare di passare dentro Frascati, e ho chiesto di poter mettere apposto la strada a nostre spese. Pagheremo per il rifacimento della strada, sarà il frutto di un lavoro di complicità con le amministrazioni, ma l’iter è stato davvero complicato, ma faremo in modo che la strada sarà assolutamente adatta a farla in discesa”. La Granfondo Roma quest’anno si “spacchetta” per cercare di far pedalare più gente possibile. Il percorso classico resta quello di 120 chilometri  per un dislivello di 2.000 metri adatto a chi ha gambe e polmoni ben allenati. Un tragitto è  allungato in centro per godere di una magia che nelle prime ore della giornata solo questa città è capace di regalare: Fori Imperiali, piazza Venezia, piazza Argentina, Corso Rinascimento, S.Andrea della Valle, via Tomacelli, largo Goldoni, via del Corso, piazza del Popolo, Lungo Tevere fino a via di Porta San Sebastiano. Poi, fuori città, verso i Castelli Romani. Il lago di Albano, sul quale domina la residenza estiva del Papa, Rocca di Papa, Rocca Priora, Montecompatri, Frascati, con quattro salite cronometrate impegnative, alcune con tratti molto duri tra cui due muri che ricordano quelli delle classiche del nord. ” Ma l’altra grande novità è la Raid Roma- spiega Santilli-  25 chilometri in centro  percorribili in bicicletta elettrica, MTB o Gravel e con tutti gli amici e parenti con cui si voglia condividere l’evento. A misura di famiglia”. C’è strada per tutti. C’è la voglia di esserci, di pedalare e divertirsi in una sfida dove non vince chi arriva primo, dove il tempo che conta non è quello dei cronometri e dove l’ansia di dover competere si spegne sulle salite. Il resto lo fanno Roma e l’idea di chi in un gara così ci ha sempre creduto.

Condividi
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS

Ti potrebbero Interessare

GIRO, LUNEDI SI DECIDE SE SI TRANSITERA’ SUL GAVIA

Prosegue l’incertezza intorno alla tappa di Ponte di Legno, in modo particolare per ciò che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *