MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
HOTEL ON BIKE TOP BANNER
11/04/23 - Negrar (VR) - PALIO DEL RECIOTO - - nella foto: Marino Amadori e Davide De Pretto © Photors.it

MARINO AMADORI: “ABBIAMO GIOVANI MOLTO INTERESSANTI, ANCHE DA CORSE A TAPPE. FORSE ALCUNI SI ADAGIANO”


Abbiamo raggiunto telefonicamente Marino Amadori, ct strada della Nazionale Under23: “Sto vedendo una Vuelta molto bella, sono abbastanza libero e riesco a seguirla bene. Evenepoel vuole mettere in difficoltà la Jumbo, ma anche la UAE è ben attrezzata e nelle prossime tappe ci sarà da divertirsi. Il mio favorito? Dico Roglic, ha fatto una buona cronometro e nella terza settimana ha sempre fatto la differenza“.

Canale InBici Media Group

Settimana Internazionale Coppi e Bartali 2023 – 38a Edizione – 3a tappa – Forlì – Forlì 139,8km – 23/03/2023 – Maurizio Fondriest – Marino Amadori – foto Massimo Fulgenzi/SprintCyclingAgency©2023

Sei soddisfatto per il risultato dell’Avenir o l’obiettivo era la vittoria?

“Sono soddisfatto, abbiamo fatto un ottimo risultato con Pellizzari e Piganzoli sul podio. Del Toro è andato davvero forte, noi ci siamo andati vicino e quindi sono contento così. Abbiamo fatto un bellissimo Tour de l’Avenir e ci riproveremo il prossimo anno”. 

Pensi che Pellizzari sia il nostro miglior prospetto come scalatore?

“Sì, come scalatore puro penso abbia qualcosa in più rispetto a tutti gli altri. E’ molto forte soprattutto nelle salite lunghe e l’ha dimostrato anche tra i grandi al Tour of the Alps. E’ molto giovane e può avere un bel futuro davanti a lui”. 

Giulio Pellizzari

Di Piganzoli si parla molto bene, in particolare Basso ci crede molto… 

“Piganzoli è un corridore abbastanza completo, a cronometro va forte e quindi per le corse a tappa può essere un buon corridore”. 

Che corridori sono Lorenzo Finn e Lorenzo Mottes?

“Sono due ragazzi molto interessanti. Finn mi sembra uno scalatore puro, Mottes invece è più completo. Sono due corridori validi e in ottica futura possono promettere davvero bene, ma non bisogna avere fretta e l’importante adesso è divertirsi perché la strada è lunga”. 

Davide Piganzoli

L’Italia sta tornando a produrre giovani corridori che saranno competitivi nelle corse a tappe, o è troppo presto per dirlo?

“Penso che abbiamo dei giovani molto interessanti e quello che mi auguro è che questi ragazzi, un domani, possano riuscire a dimostrare il loro valore anche in formazioni World Tour. Tra gli Under23 abbiamo avuto degli ottimi ragazzi che però oggi tra i professionisti fanno fatica…”.

All’Avenir si erano messi in luce in passato corridori come Covi e Aleotti, purtroppo poi mai consacrati da professionisti. Lo stesso Battistella ha vinto un Mondiale U23, ma da pro ha fatto poco. Stesso discorso per Bagioli.

“Mi auguro che qualche squadra dia la possibilità a questi ragazzi di emergere, hanno dimostrato di avere le potenzialità e hanno fatto risultati importanti riuscendo a battere anche corridori che oggi sono in vetta alle classifiche mondiali. Forse i nostri ragazzi una volta passati nel professionismo si adagiano e vengono a mancare le ambizioni”.

Championships Wollongong – Corsa in linea maschile Under 23 – Wollongong – Wollongong 169,8 km – 23/09/2022 – Nicolo Buratti (ITA) – foto Luca Bettini/SprintCyclingAgency©2022

Buratti e Busatto sono corridori che potrebbero colmare un gap per l’Italia nelle Classiche con salite impegnative?

“Loro hanno le caratteristiche giuste per le Classiche, sono ragazzi molto ambizioni e un domani potranno essere degli ottimi atleti per quei tipi di percorsi”. 

Milesi che corridore può diventare? Punterà sulle cronometro o non necessariamente?

“Milesi è un altro ragazzo che ha un grande talento, tutto da scoprire. Va forte a cronometro ma anche in salita non va piano. E’ un ragazzo che in salita può migliorare e ha un buon recupero, quindi potrebbe puntare anche alla classifica nelle corse a tappe”.

Campionato mondiale UCI 2023 Glasgow Men Under 23 Cronometro individuale – Stirling – Stirling 36,2 km – 09/08/2023 – Lorenzo Milesi (Italia) – foto Jan De Meuleneir/PN/SprintCyclingAgency©2023

Giaimi può ripercorrere le orme di Ganna?

“Hanno caratteristiche simili, con un fisico possente, ama la pista ed è forte. Di ragazzi giovani e con talento ne abbiamo tanti, dobbiamo solo avere pazienza e dargli il tempo di crescere senza troppo stress altrimenti tra un paio di anni arrivano ad odiare la bicicletta e dobbiamo fare in modo che questo non avvenga”. 

A cura della redazione di Inbici Magazine e OA Sport partner– Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
SCOTT BANNER NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
KTM REVELETOR ALTO BANNER NEWS 3
GELMI BANNER BLOG
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
GIST BANNER NEWS BLOG
BANNER THREEFACE
Caserta Race Tour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *