MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
HOTEL ON BIKE TOP BANNER
criterium-italiano-2-jpg
CRITERIUM ITALIANO 2

CRITERIUM ITALIANO



Alla granfondo Mareterra in 750 pedalano dalla costa allAppennino. Tra ristori con piadine e salsicce un altro appuntamento UISP votato alla lentezza.

Canale InBici Media Group

 

 

Bellaria-Igea Marina (Rn) Alberghi pieni per Pasqua nel comune di Bellaria-Igea Marina. È lo sport che ha riempito di turisti la riviera romagnola, con i 750 ciclisti che hanno pedalato nella granfondo Mareterra, organizzata dall’omonima società ciclistica riminese affiliata alla UISP. Il raduno, partito oggi alle 7 del mattino da Piazza Matteotti a Bellaria, ha avuto tra i protagonisti numerosi appassionati delle due ruote dalla Germania, 68 donne e un ciclista californiano. «Vedere tanta gente in un momento economicamente difficile come questo – ha commentato Roberto Maggioli, vice sindaco e assessore allo sport del Comune di Bellaria-Igea Marina – è una bella soddisfazione».

 

La proverbiale accoglienza romagnola non ha deluso le aspettative. Sono stati molto apprezzati i ristori e il gran finale con il pasta party riservato a tutti i partecipanti alla granfondo e alle loro famiglie. Oltre a dolci e frutta per reintegrare gli zuccheri, anche un tocco locale con piadine farcite con prosciutto, pancetta, salsicce e porchetta. «È una manifestazione cicloturistica – ha affermato Gabriele Cera, presidente della ASD Mareterra – in cui si pedala senza fretta, pensata per quelli che vogliono vedere il nostro entroterra e il mare».

Tre i percorsi – di 65, 90 e 110 chilometri – che dall’Adriatico si sono inoltrati nell’Appennino Romagnolo. Si è passati per la Villa Torlonia di San Mauro Pascoli e il borgo medievale di Sogliano al Rubicone, nella frazione di Santa Maria Riopetra con i suoi 18 abitanti  e per la vetta del Barbotto che, con le sue pendenze fino al 18%, era riservata ai più allenati.

Valida come terza prova del Criterium Italiano UISP, la GF Mareterra è stata anche la prima delle tre tappe del circuito CT League, che vedrà come prossimi appuntamenti la GF Fondriest il 4 maggio a Castrocaro Terme (Fc) e il Memorial Giovanni Pascoli il 14 settembre a San Mauro Pascoli (Fc). «Facciamo queste pedalate – sottolinea Alessandro Vasini, presidente CT League – perché vogliamo che la gente apprezzi un po’ più i nostri territori. Differentemente dalle corse degli amatori, più pericolose perché più veloci, qui le persone hanno mangiato più che pedalato».

 

Ma di premi ce ne sono stati comunque, nonostante l’assenza di classifiche individuali: 25 le società che hanno ottenuto coppe e riconoscimenti in prodotti alimentari, in base a una classifica stilata in base al numero di partecipanti e ai chilometri percorsi Prima classificata la Air di Santarcangelo di Romagna.

La GF Mareterra è stata anche la tappa inaugurale del Circuito Tricolore per Società UISP, che come il Criterium Individuale è un circuito di granfondo non agonistiche che promuove l’andare in bicicletta per il gusto della natura e del buon cibo. Il prossimo appuntamento è la GF Fondriest – Terme di Castrocaro, che si terrà il 4 maggio a Castrocaro Terme (Fc) e sarà valida come quarta prova del Criterium UISP e seconda della CT League.

 

Tutto su…

GF Mareterra

 

Circuito CT League

 

IMMAGINI:
Sono stati 750 i ciclisti che hanno colorato la Pasquetta pedalando lungo i tre percorsi dalla Riviera all’Appennino Romagnolo.

 

 

750-ciclisti
     
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
KTM REVELETOR ALTO BANNER NEWS 3
GELMI BANNER BLOG
SCOTT BANNER NEWS
BANNER THREEFACE
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
GIST BANNER NEWS BLOG
Caserta Race Tour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *