MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
HOTEL ON BIKE TOP BANNER

E-BIKE, IL MEZZO PERFETTO PER IL CICLOTURISMO


L’e-bike può essere davvero il mezzo perfetto per sviluppare il turismo in bicicletta, per portare avanti in Italia quella Bike economy della quale tanto si parla da diversi anni a questa parte. Bologna ha ospitato la terza tappa del WES, il campionato mondiale di Mountain Bike elettriche, che per la prima volta è approdato in Italia. L’occasione è stata perfetta per fare il punto sulle e-bike, questi mezzi che si stanno evolvendo sempre di più e che si rivelano ideali per far sviluppare il turismo in bicicletta. 

Canale InBici Media Group

L’assistenza del motore elettrico, infatti, permette anche ai meno allenati di pedalare. In contemporanea, quando si usa una Mountain Bike elettrica si guida un mezzo che pesa quasi 25 kg, quindi bisogna avere uno stile di guida diverso rispetto a quello che si ha con la bici muscolare. 

Ma non c’è solo il cicloturismo: le e-bike sono mezzi non inquinanti, e possono essere usate per fare degli spostamenti in città, ad esempio per andare a lavorare. 

La tappa italiana del WES ha dimostrato che in Italia il cicloturismo va sempre più forte: il ciclismo, secondo i vari studi portati avanti in questi ultimi mesi, è uno degli sport principali con una vocazione turistica, insieme allo sci. Pedalare alla scoperta di città, paesi e di posti non accessibili con i mezzi a motore è senza dubbio una sfida molto affascinante, che può essere resa meno impervia con un motore a pedalata assistita. 

La fatica che si fa in bici elettrica è chiaramente molto diversa rispetto a quella che si fa con la bici muscolare, e anche su questo bisogna sfatare un mito: la bici elettrica a pedalata assistita permette di fare meno fatica, ma non è vero che si pedala senza fatica. Ma è chiaro che il motorino interviene proprio per aiutarci là dove gli sterrati o le salite possono diventare complicati. 

Una cosa particolare salta all’occhio durante il WES di Bologna: se si leggono o i nomi dei marchi che hanno deciso di esporre i propri prodotti nel villaggio gara, sembra di essere più a un evento di motori che di bici. Lamborghini, Ducati e Maserati sono tre tra i principali marchi presenti, e di primo acchitto i loro nomi richiamano di più l’industria delle auto che quella delle biciclette. 

Nella nostra camminata tra gli stand ci fermiamo a parlare con Roberto Bozzi, Sales & Marketing Motorsport Manager di Maserati, che ci spiega come la casa automobilistica produca due tipi diverse di bici da strada e due da Mountain bike, con un prezzo massimo, per il top di gamma, che non supera i 7500 euro. “Il cliente tipo che viene a comprare la bicicletta da noi è soprattutto una persona che non ha tanto tempo per allenarsi, oppure c’è anche chi la utilizza semplicemente per fare degli spostamenti urbani. Da parte nostra, offriamo sia una gamma media che un top di gamma, al fine di venire incontro a tutti. La bici elettrica è il futuro, e bisogna sottolineare che la pedalata assistita permette di fare dei sentieri e dei percorsi che sarebbero inaccessibili. Ormai, il mondo dei viaggi in bici si sta evolvendo sempre di più: perché dobbiamo impedire alle persone meno allenate di conoscere i paesaggi pedalando? La bici elettrica si pone nel contesto urban come un mezzo che può far conoscere meglio i territori, permettersi a tutti di spostarsi senza macchina e migliorare l’impatto ambientale, il tutto con una bella dose di divertimento, anche perché lo stile di guida della e-bike è diverso da quello della bici tradizionale”. 

Da Bologna, Carlo Gugliotta per InBici Magazine

BANNER THREEFACE
Caserta Race Tour
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
GIST BANNER NEWS BLOG
GELMI BANNER BLOG
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
SCOTT BANNER NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com