MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
HOTEL ON BIKE TOP BANNER
unesco-cycling-tour-9-jpg

UNESCO CYCLING TOUR



Con la Damiano Cunego di domenica scorsa, l’Unesco Cycling Tour è giunto al suo giro di boa. Prossimo appuntamento il 29 giugno a Urbino. Ecco perché conviene esserci

Canale InBici Media Group

 

Dopo la Gran Fondo della Vernaccia di San Gimignano dello scorso 11 maggio, si è corsa a Verona domenica scorsa, Festa della Repubblica, la Gran Fondo Damiano Cunego, seconda prova dell’Unesco Cycling Tour, il circuito che persegue – da statuto – tre obiettivi fondamentali: la promozione dei siti Unesco, la raccolta fondi da devolvere al restauro e alla conservazione del patrimonio artistico italiano e la creazione (o la rivalutazione) di percorsi turistici con siti Unesco.

 

In una Verona baciata da uno splendido sole, centinaia di granfondisti si sono dati battaglia sui percorsi della Valpantena e della Lessinia. Alla fine il successo è andato, nel lungo, al bresciano di Desenzano Matteo Bordignon e alla padovana Valentina Gallo, mentre il veronese Davide Spiazzi e la parmense Ilaria Lombardo si sono imposti sul tracciato medio da 85 km.

Ma l’elemento agonistico, come noto, per gli appuntamenti dell’Unesco Cycling Tour, passa sempre in sottordine e – come ha ricordato Alessandro Gualazzi, uno dei fondatori del circuito Unesco – “a Verona abbiamo vissuto una grande giornata di ciclismo, ma anche una splendida giornata dedicata alle bellezze storico-artistiche di una città che il mondo ci invidia”.

 

 

La partenza della GF Damiano Cunego 2014  a Verona.

 

Prossimo appuntamento con il circuito Unesco il 29 giugno con la Gran Fondo Straducale di Urbino, terza prova del calendario che si concluderà il 14 settembre a Deiva Marina con la Gran Fondo delle Cinque Terre.

Anche Urbino, sul piano culturale, offrirà ai cicloturisti un ricchissimo campionario di spunti ed occasioni. Il suo antichissimo centro storico, giunto intatto fino ai giorni nostri, rappresenta il vertice dell’arte e dell’architettura del Rinascimento, armoniosamente adattata al suo ambiente urbano e al suo passato medievale. Durante la sua breve supremazia culturale, la città ha attirato alcuni dei più illustri eruditi e artisti del Rinascimento che hanno creato un complesso urbano d’eccezionale omogeneità, influenzando lo sviluppo culturale del resto d’Europa.

Con Urbino, fra l’altro, si completa la promozione del cosiddetto “paghi 3 e prendi 4”. Chi prende parte alle prime tre gran fondo del Circuito – San Gimignano, Verona e Urbino – potrà infatti partecipare gratuitamente all’ultima prova dell’Unesco Cycling Tour: la Gran Fondo delle Cinque Terre, in programma a Deiva Marina il prossimo 7 settembre.

 

Si tratta di una formidabile opportunità per tutti gli amanti del ciclismo (e delle opere d’arte) che, aderendo alla promozione, si regaleranno – di fatto – la Gran Fondo spezzina.  “E’ un’iniziativa promozionale che ci auguriamo possa essere apprezzata dal mondo dei cicloamatori – spiega Alessandro Gualazzi – si tratta di uno sforzo organizzativo importante, ma volevamo offrire ai nostri atleti più fedeli un premio concreto”. 

 

 

nella foto Una vista di Palazzo Ducale a Urbino

3
urbino
   
Caserta Race Tour
GIST BANNER NEWS BLOG
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
KTM REVELETOR ALTO BANNER NEWS 3
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
SCOTT BANNER NEWS
BANNER THREEFACE
GELMI BANNER BLOG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com