MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER

GIRO D’ITALIA 2020, PERCORSO TAPPA 14: A VALDOBBIADENE LA CRONOMETRO SPARTIACQUE. GANNA PER IL BIS?

Giornalista Sportivo, inviato speciale per Inbici Magazine


La cronometro del vino è ormai diventata una caratteristica del Giro d’Italia. Quest’anno, in occasione della 14esima tappa, i corridori dovranno affrontare 34 chilometri contro il tempo tra Conegliano e Valdobbiadene che potrebbero cambiare radicalmente il volto della classifica o quantomeno dare forti scossoni alle gerarchie tra i big.

Il percorso

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog

6 chilometri sostanzialmente pianeggianti ad inaugurare la tappa fino al Muro di Ca’ del Poggio, uno strappo da un chilometro e 200 metri con una pendenza media del 12% e punte fino al 19. In vetta, al chilometro 7.4, il primo rilevamento cronometrico. Dallo scollinamento, di fatto, quasi tutto in panura, anche se tra brevi tratti in pendenza e le tante curve che costellano il percorso sarà difficile trovare il ritmo.

A Pieve di Soglio (km. 17) e Col San Martino (km. 25) gli altri due rilevamenti intermedi della corsa. Nel finale la strada torna a salire in maniera dolce ma continuativa fino a Guia, prima di una breve discesa per arrivare al traguardo.

L’altimetria

I favoriti

Neanche a dirlo, il Campione del mondo della specilità Filippo Ganna è il primo indiziato per portare a casa il successo, tanto per le sue doti contro il tempo sia per la gamba palesata in occasione della rassegna iridata di Imola e delle prime 13 tappe del Giro. Il suo compagno alla INEOS-Grenadiers Rohan Dennis dovrebbe essere l’antagonista principale, ma partirà dietro l’azzurro nei pronostici. Terzo incomodo Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling), anche se sembra lontano dalla coppia della formazione inglese.

Filippo Ganna (ITA – Team Ineos) – photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2020

Tappa importante anche per gli uomini di classifica. Tra questi, Wilco Kelderman (Sunweb) e Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) potrebbero guadagnare terreno sugli avversari, avendo dimostrato una buona gamba e avendo una buona attitudine nelle prove contro il tempo.

Per gli altri, invece, la tappa potrebbe trasformarsi in secondi lasciati sul campoo, anche se viste le recenti prestazioni la maglia rosa Joao Almeida (Deceuninck-QuickStep) potrebbe difendersi al pari di un corridore come Pello Bilbao (Bahrain-McLaren).

Giornalista Sportivo, inviato speciale per Inbici Magazine

Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *