MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
Omploop Het Nieuwsblad 2019 - 74th Edition Merelbeke - Ninove 200 km - 02/03/2019 - Scenery - photo Vincent Kalut/PN/BettiniPhoto©2019

PAVÉ, NEL WEEKEND INIZIA LA STAGIONE SULLE PIETRE

Giornalista Sportivo, esperto di ciclismo professionistico e inviato speciale per Inbici Magazine


Finalmente arriva il pavé. Manca ancora più di un mese al Giro delle Fiandre e la Parigi – Roubaix, i due aventi sulle pietre più importanti in assoluto, ma già questo weekend i corridori si sfideranno sul pavé del Belgio. Nella giornata di sabato 29 febbraio andrà infatti in scena la Omloop Het Nieuwsblad 2020, prima corsa WT del calendario europeo, mentre 24 ore dopo la sfida si sposterà sulle strade della Kuurne – Buxelles – Kuurne 2020. Due eventi molto importanti con diversi big attesi ai nastri di partenza e che noi di InBici vivremo da vicino visto che saremo presenti in entrambe le corse.

OMLOOP HET NIEUWSBLAD 2020
Percorso pressoché invariato per la Omloop Het Nieuwsbald. La prima classica WorldTour della stagione si snoderà da Gent a Ninove per un totale di 200 chilometri. Il menù prevede 13 muri e 9 tratti di pavé per una prova aperta a diverse soluzioni. I primi chilometri non presenteranno gravi difficoltà dal punto di vista altimetrico, ma la situazione cambierà al chilometro 39 quando i corridori dovranno affrontare il settore di pavé di Haanghoek e subito dopo la salita di Leberg con tratti anche al 13,8%. A quel punto si entrerà nel secondo circuito di giornata dove sono previsti 3 tratti di pavé e ben 5 salite, fra le quali quella di Valkenberg (540 metri con una pendenza media dell’8,1% e punte al 12,8%) che sarà affrontata subito prima dell’ingresso nel terzo e ultimo circuito di giornata. Circuito lungo poco più di 60 chilometri nei quali si deciderà la corsa visto che saranno affrontati quattro settori di pavé e ben 7 salite fra le quali il Grammont ed il Bosberg, entrambe sul pavé. Il primo dei due sarà posto a 18 chilometri dalla conclusione e nonostante i suoi 475 metri sarà un muro durissimo con la sua pendenza media del 9,3% e punte al 19,8%. Meno duro, ma più lungo invece il Bosberg (pendenza media del 5,8% con punte all’11%), ultimo muro di giornata, che si concluderà a 13 chilometri dalla conclusione e sarà l’ultima occasione per i vari corridori di staccare gli avversari.

PERCORSO

Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

KUURNE – BRUXELLES – KUURNE 2020

Il giorno dopo la Omloop sempre in Belgio invece si correrà la Kuurne – Bruxelles – Kuurne 2020. La corsa non fa parte del WorldTour e non ha sicuramente il fascino dell’altra classica belga, ma si tratta comunque di una corsa molto importante. Per rendere maggiormente incerta la corsa gli organizzatori hanno deciso quest’anno di modificare il percorso tante che ben 75 dei 201 chilometri affrontati saranno su strade nuove. A cambiare è anche il numero di muri che scende da 13 a 11, ma ci sarà comunque maggiore possibilità per gli attaccanti visto che l’Oude Kwaremont quest’anno sarà posto a soli 60 chilometri dalla conclusione. Dopo questa asperità i corridori dovranno affrontare anche il Kluisberg, ultimo muro di giornata, prima di un finale pianeggiante con il traguardo posto a Kuurne.

I FAVORITI
È ancora presto per poter delineare quelli che saranno i grandi favoriti per le corse dell’apertura della stagione sul pavé. Se per la Kuurne gli uomini più attesi dovrebbero esser i velocisti, anche se se l’anno scorso a sorpresa a vincere fu Bob Jungels, a giocarsi la vittoria sabato dovrebbero essere i big del pavé. Nomi come Zdenek Stybar (Deceunick – QuickStep), vincitore della corsa dodici mesi fa, Mathieu van der Poel (Alpecin – Felix) o Greg Van Avermaet (CC Team) saranno da seguire sicuramente con grande attenzione. Molto pericolosi poi corridori come il Campione del Mondo Mads Pedersen (Trek – Segafredo), Philippe Gilbert (Lotto Soudal), Oliver Naesen (AG2R La Mondiale), Sep Vanmarcke (EF Pro Cycling) o Alexander Kristoff (UAE Team Emirates). Fra gli italiani invece da tenere in grande considerazione c’è Sonny Colbrelli (Bahrain – McLaren) così come Matteo Trentin (CCC Team) e Gianni Moscon (Team Ineos), anche se questi ultimi due potrebbero dover lavorare per altri corridori.

Giornalista Sportivo, esperto di ciclismo professionistico e inviato speciale per Inbici Magazine

KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
INBICI STORE BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *