SFONDO ASSOS
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
catalogna-7-jpg

CATALOGNA



La quarta frazione del Giro di Catalogna, la tappa regina, partita da Bagà e giunta in vetta a Port Ainè sorride a Thomas De Gendt, belga della Lotto Soudal, che conferma la sua fama di corridore da fughe, vincitore odierno, ma soprattutto a Nairo Quintana, che riesce a staccare tutti i suoi rivali e a conquistare la Maglia Bianca di leader della classifica generale, ipotecando il successo finale.

 

Dieci corridori sono andati in fuga sin dalle prime pedalate: Imanol Erviti (Movistar), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Pieter Weening (Roompot), Philippe Gilbert (BMC), Ruben Plaza (Orica GreenEDGE), Laurens Ten Dam (Giant-Alpecin), Kristijan Durasek (Lampre-Merida), Boris Dron (Wanty-Groupe Gobert), Ben Swift (Sky) e Alexey Tsatevich (Katusha). Cambi regolari nella prima metà di gara, mentre sulla penultima ascesa hanno preso il largo in tre: Erviti, De Gendt e Weening.

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
INBICI STORE BANNER NEWS

 

Il gruppo, guidato dalla Etixx Quick Step, squadra del leader della generale Daniel Martin, ha gestito la situazione, mantenendo un passo blando. Alcuni corridori hanno provato a muoversi lontani dal traguardo, ma l’unico a riuscirci è stato Wout Poels (Team Sky) che ha raggiunto il compagno di squadra Swift, utile spalla per il finale, venendo però poi raggiunto dal plotone a metà salita. Intanto, davanti, Erviti ha provato a staccare i compagni di fuga a 25 dall’arrivo, ma sull’approcciare dell’ultima ascesa è stato raggiunto e sorpassato da Weening, già protagonista nella tappa di ieri.

 

L’olandese della Roompot ha pedalato in solitaria fino a due chilometri dal traguardo dove, a causa di un netto calo di velocità, è stato ripreso e scavalcato da De Gendt che, in grande rimonta, si è avviato verso la vittoria. Alle sue spalle si è scatenata la battaglia in gruppo: hanno scatenato le danze i corridori della BMC Richie Porte e Tejay Van Garderen, ma a fare la differenza sono stati Nairo Quintana (Movistar) e Alberto Contador (Tinkoff). Il colombiano è riuscito a staccare lo spagnolo all’ultimo chilometro: Quintana è giunto secondo davanti a Porte e Contador, assieme all’arrivo. Ancora lontanissimi dalla migliore condizione Chris Froome e Fabio Aru, molto distanti dai big.

 

fonte www.oasport.it

gianluca.bruno@oasport.it

Immagine
     

INBICI STORE BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *