SFONDO ASSOS
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > COPPA SAN SABINO
coppa-san-sabino-5-jpg
COPPA SAN SABINO 5

COPPA SAN SABINO



Un successo di pubblico ha salutato la 63° edizione della Coppa San Sabino – 28°Gran Premio d’Estate – 12°Medaglia d’Oro San Sabino che si è svolta a Canosa di Puglia.

La firma sull’edizione 2014 della classica canosina d’estate è stata messa dall’ucraino Marlen Zmorka davanti ai compagni di fuga del finale, il bielorusso Nikolai Shumov e il polacco Marcin Mrozek. 

La collaudata macchina organizzativa, curata dall’instancabile Sabino Patruno, vera anima e fautore dell’evento, ha permesso di portare avanti una manifestazione all’altezza della propria fama con ben 63 anni di tradizione consolidata che ha potuto godere del patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Barletta-Andria-Trani, del Comune di Canosa di Puglia, del Comitato Feste Patronali, della Federciclismo e del Coni Puglia.

VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
PISSEI BANNER BLOG+ NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
DANILO DI LUCA BANNER BLOG

La Coppa San Sabino si è disputata in un contesto paesaggistico estivo, unico nel suo genere, nel cuore del centro storico di Canosa di Puglia con l’imponente cornice della Cattedrale di San Sabino (dove ci sono stati i festeggiamenti del santo patrono) e la statua di Imbriani oltre alla zona periferica della città interessata dal percorso di 14 chilometri che gli 84 atleti alla partenza hanno ripetuto per otto volte.

Il ritorno del caldo e il vento non hanno smorzato gli animi dei corridori che hanno provato più volte ad andare all’attacco: tra questi Marlen Zmorka (Ukr, Team Pala Fenice), Emanuele Sabatini (Vini Fantini Nippo De Rosa), Danilo Celano (Calzaturieri Montegranaro Marini Silvano-Ozierese) e Gennaro Giustino (Vejus-Tmf-Cicli Magnum) che sono riusciti a guadagnare non più di trenta secondi sul gruppo.

La bagarre è esplosa nelle quattro tornate conclusive ad opera di Antonio Di Sante (Aran Cucine), Giuseppe Sannino (Team Pala Fenice), Marcin Mrozek (Pol, Vejus-Tmf-Cicli Magnum), Nicola Bagioli (Delio Gallina Colosio Eurofeed), Nikolai Shumov (Blr, General Bottoli Store Zardini), Matthew George Woods (Gbr, Monturano-Civitanova-Cascinare) e nuovamente Zmorka che hanno promosso l’azione decisiva.

A due giri dal termine, Zmorka è rimasto in testa alla gara con la sola compagnia di Shumov. I due battistrada hanno proceduto di comune accordo fino a quando, l’ultima curva ad angolo retto che immetteva sui 300 metri finali dell’arrivo, ha favorito la progressione vincente del corridore ucraino del Team Pala Fenice: ufficialmente Zmorka è il secondo straniero a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro dopo quello del colombiano Julian Munoz nell’edizione 2007.

video a cura di I Love Canosa


Per i “colori pugliesi” da segnalare il 19°posto al traguardo di Giuliano Antonio Gaeta: la gara di Canosa è stata un ottimo incoraggiamento per il prosieguo del finale di stagione di tutta la Bike Team San Severo (unica formazione di casa alla partenza con Matteo D’Apote e Ambrogio Chiriacò oltre a Gaeta) come testimoniano le numerose gare dove la formazione diretta da Giovanni Chierico (tecnico regionale FCI Puglia categoria élite ed under 23) prende parte e in cui gli atleti sono sempre in grado di mettersi in bella evidenza in giro per il Centro-Sud Italia.

È stato un percorso perfetto per le mie caratteristiche – ha dichiarato Marlen Zmorka, residente in Italia a Palazzago (Bergamo), 7 vittorie in stagione, sesto al mondiale under 23 a cronometro nel 2012 e quarto all’europeo under 23 a cronometro nel 2013 – Il percorso è stato molto insidioso, il caldo veramente un pesante avversario in più. Sono soddisfatto di come ho saputo affrontare tutto questo, finendo benissimo. Ho trovato un pubblico calorosissimo lungo tutto il percorso, tantissima gente che ci incitava. Devo fare i complimenti agli organizzatori”.

Posso ritenermi abbastanza soddisfatto di questo secondo posto, anche se quando vinci è certamente meglio – ha commentato Nicolai Shumov, primo anno in Italia, di stanza a Caprino Veronese, in carriera una vittoria di tappa al Giro della Basilicata juniores nel 2012 a Viggiano -.  Zmorka ha meritato di vincere, era in ottima condizione nonché uno dei favoriti alla partenza. Il secondo posto va bene nonostante un problema alla catena prima dell’arrivo che non mi ha consentito di recuperare sul forcing di Zmorka”.

Mi manca poco per vincere e cerco sempre di stare davanti – ha affermato Marcin Mrozek, tutt’ora residente a Pago Vejano (Benevento), a segno in stagione al Giro delle Valli Aretine e terzo di recente nella classifica finale del Giro delle Valli Cuneesi -.  Sono felice per me stesso e per la mia squadra con la speranza che questo podio dia motivazione a tutti noi e sia una svolta per altre belle gare da protagonista in futuro”.

Al cerimoniale di premiazione si sono alternati Ernesto La Salvia (sindaco di Canosa di Puglia), Francesco Ventola (presidente della Provincia Barletta-Andria-Trani), Pietro Basile (vice sindaco di Canosa), Gianni Quinto (assessore al turismo del comune di Canosa), Pasquale De Palma (presidente della Federciclismo Puglia), Elio Sannicandro (presidente regionale Coni Puglia), Lorenzo Spinelli (presidente del comitato provinciale FCI Bari), Riccardo Piccolo (Fiduciario Coni provinciale Barletta-Andria-Trani), Pino Marzano (responsabile struttura tecnica FCI Puglia), Don Felice Bacco (parroco della Cattedrale di San Sabino) che hanno elogiato gli organizzatori tra i principali artefici di una manifestazione che ogni anno vede sempre crescere le adesioni e l’interesse di tutto il movimento ciclistico e sportivo di Canosa, della Regione Puglia e del Centro-Sud Italia.

ORDINE D’ARRIVO COPPA SAN SABINO

1. Zmorka Marlen (Team Pala Fenice A.S. D.) 117 chilometri in 2.46’40” media 42,120 km/h
2. Shulov Nikolai (Asd General Store Bottoli Zardini Merida) a 1”
3. Mrozek Marcin (Vejus-Tmf-Cicli Magnum) a 48”
4. Sannino Giuseppe (Team Pala Fenice A.S. D.) a 1’18”
5. Di Sante Antonio ( Aran  Cucine) a 1’19”
6. Bagioli Nicola (Gallina Colosio Eurofeed  A.S.D) a 3’33”
7. Bianchini Paolo (Gallina Colosio Eurofeed  A.S.D)
8. Ciccanti Marco (Monturano-Civitanova-Cascinare)
9. Brasi Diego (Team Pala Fenice A.S. D.)
10. Modena Isaia (Asd General Store Bottoli Zardini Merida)
11. Woods Matthew George (Monturano-Civitanova-Cascinare)
12. Capati Emanuele (Time Bike Centroitalia)
13. Gabburo Davide (Gallina Colosio Eurofeed  A.S.D)
14. D’Urbano Marco (Aran  Cucine)
15. Longo Ludovico (Gallina Colosio Eurofeed  A.S.D)
16. Maestri Mirco (Asd General Store Bottoli Zardini Merida)
17. Celano Danilo (S.C. Calzaturieri M.Granaro Marini S. Ozierese)
18. Finocchi Alessio (U.C. Pistoiese)
19. Di Renzo Andrea (Vini Fantini Nippo De Rosa)
20. Giustino Gennaro (Vejus-Tmf-Cicli Magnum)
21. Ferrario Luca (U.C. Pregnana  Team Scout Asd)
22. Toffaletti Michele (Asd General Store Bottoli Zardini Merida)
23. Longhitano Claudio (U.C. Pistoiese)
24. Gaeta Giuliano Antonio (A.S.D. Bike Team San Severo)
25. Rudi Filippo (Team Pala Fenice A.S. D.)
26. De Gioia Angelo Bonaventura (Vejus-Tmf-Cicli Magnum)
27. Cardinali Michele (Monturano-Civitanova-Cascinare)
28. Mincarelli Edoardo (Monturano-Civitanova-Cascinare)
29. Ruggeri Davide (U.C. Pregnana  Team Scout Asd)
30. Ruscetta Andrea (S.C. Calzaturieri M.Granaro Marini S. Ozierese)
31. Fiorillo Giuseppe (Vejus-Tmf-Cicli Magnum)
32. Martinelli Ivan (Monturano-Civitanova-Cascinare)

 

Coppa San Sabino 2014  1° Zmorka 2° Shumov
Coppa San Sabino 2014 podio firma partenza per Bike Team San Severo
   

Condividi
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
PISSEI BANNER BLOG+ NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

BIVILLAGE, LA VACANZA A DUE RUOTE SUL BALCONE DELL’ISTRIA

Spiagge bagnate da un mare limpido, il clima mite ed una ricca vegetazione hanno contribuito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *