SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO ASSOS
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > MAURIZIO GERINI: “LA MIA DAKAR? DIECI GIORNI NEL DESERTO SALVATO DAGLI INTEGRATORI INKOSPOR”

MAURIZIO GERINI: “LA MIA DAKAR? DIECI GIORNI NEL DESERTO SALVATO DAGLI INTEGRATORI INKOSPOR”

Per riuscire a concludere una gara massacrante come la Dakar, un pilota deve curare con la massima attenzione ogni minimo dettaglio. Come la nutrizione ad esempio, che non può essere lasciata al caso.

 

Lo sa bene il pilota imperiese Maurizio Gerini, che ha partecipato lo scorso gennaio alla Dakar 2019 in Perù. Oltre alla normale alimentazione, in queste competizioni così estreme, è fondamentale utilizzare i giusti integratori. Non a caso, per la corsa più dura del mondo (10 tappe per un totale di 5500 chilometri) Maurizio ha scelto i prodotti Inkospor: “E’ una gara davvero massacrante – spiega il pilota ligure – basti dire che il 70% del percorso si snoda tra le dune del deserto. Il dispendio energetico è altissimo e, dunque, soprattutto nelle tappe che durano 14-16 ore, integrarsi in maniera corretta diventa fondamentale”.

INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner dentro Notizia Assos
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Quali prodotti Inkospor, in particolare, ha utilizzato durante la Dakar?

“In primis le barrette energetiche che sono un prezioso alleato contro la fame. Per altro, l’utilizzo di barrette è obbligatorio, nel senso che l’organizzazione ti lascia partire solo se, all’interno dell’abitacolo, hai il giusto quantitativo di surrogati alimentari. Il ritorno al bivacco, infatti, non è sempre garantito, dunque nelle situazioni di emergenza le barrette possono diventare dei salva-vita”.

Quali barrette, in particolare, ha trovato di suo gradimento?

“Direi tutte perché, in questi casi, il segreto è ruotare i gusti. In questo modo garantisci al tuo organismo un apporto completo di nutrienti e, nello stesso tempo, puoi goderti i vari sapori che, per altro, sono tutti molto gradevoli”.

Quali altri prodotti Inkospor ha utilizzato durante le tappe in Perù?

“Preziosissimi sono stati i Sali minerali perché, con le temperature elevatissime, la sudorazione è ai massimi livelli e dunque, per non perdere lucidità nella guida, diventa fondamentale idratarsi nel modo più corretto. I Sali minerali della Inkospor, in questo senso, garantiscono il giusto apporto di nutrienti e, diluiti nell’acqua, offrono anche un variegato campionario di gusti”.

A metà gara, però, lei ha accusato dei problemi fisici per colpa di una fastidiosa influenza gastroenterica…

“Sì e in quel momento, per fortuna, avevo con me le fialette di guaranà della Inkospor. C’è stato un momento che, tra vomito e diarrea, non riuscivo più a deglutire niente di solido. A quel punto, il guaranà è diventato un integratore eccezionale perché, a differenza delle altre bevande, non mi stimolava la nausea e, soprattutto, mi dava quella sensazione di anti-fatica che, con un fisico così debilitato, mi ha letteralmente salvato”.

In generale, perché – tra tanti marchi sul mercato – ha scelto proprio i prodotti Inkospor per affrontare un impegno così difficile?

“Perché, sul piano della qualità, non ho trovato nulla che potesse essere equiparato a questi prodotti. Questi sono integratori formidabili e ad alta digeribilità che, nelle situazioni più estreme, ti offrono quello di cui hai bisogno. Inkospor è un’azienda consolidata che ha, alle spalle, un autentico colosso della farmaceutica mondiale. Quando devi uscire per una corsetta puoi anche accontentarti, ma quando devi affrontare dieci giorni nel caldo torrido del deserto, l’integrazione non puoi sbagliarla”.

Condividi
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner dentro Notizia Assos
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

TOUR OF THE ALPS E TOUR DE BRETAGNE LE PROSSIME GARE DELL’ ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

Prosegue il fitto calendario che anticipa il Giro d’Italia per l’Androni Giocattoli Sidermec. Il lunedì …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *