SFONDO ASSOS
INBICI STORE BANNER TOP NERO
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
Home > Tutti gli Articoli > STORIE DI PASSIONE, DA RIMINI A ISTANBUL SU UNA GRAVEL

STORIE DI PASSIONE, DA RIMINI A ISTANBUL SU UNA GRAVEL


Nascono così le storie più belle, dal niente, anzida una chiacchierata tra amici, da un fantasticare che man mano prende vita, assumeuna forma sempre più definita fino a diventare un vero e proprio progetto, fino ad avere un nome e un obiettivo preciso: Gravellers, da Rimini a Istanbul in bicicletta…in sette giorni.

Qualche dettaglio: sette tappe, zero riposo, quindicimila metri di dislivello.

Sette paesi, partendo da San Marino, scendendo verso il sud dell’Italia, per andare in Croazia, poi Serbia e Bosnia, attraversare la Bulgaria sino ad arrivare in Turchia. Fra le cittàsimbolo toccate dai quattro amici, vi saranno fra le altre Spalato, Sarajevo, Sofia e naturalmente Istanbul. Scollineranno il punto più alto a 1500metri sul livello del mare. Il tutto in autosufficienza, vale a dire bicicletta, sacco a pelo e tenda, oltre al minimo necessario per potere viaggiare. Al loro seguito, in caso di emergenza o necessità, potranno disporre di un mezzo di appoggio che li seguirà durante il tragitto.

DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
Banner archivio Blog - Shimano
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
BELTRAMI TSA BLOG NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
GRANFONDO SANREMO BANNER BLOG NEWS + DENTRO NEWS

Detta così, potrebbe sembrare quasi poca cosa e poi nasce spontanea la più classica delle domande: perché?

Guardando dentro al progetto si scorgono almeno due aspetti fondamentali che lasciano intuire facilmente lospirito che ha animato i quattro protagonisti (Fabrizio Fabbri, Matteo Baldacci, Mattia Muratori e Matteo Cevoli), già esperti di lunghe distanze e triatleti di esperienza, nel programmare il loro lungo viaggio.

Innanzitutto si tratta di un primo evento cui ne seguiranno altri, una sorta di edizione zero di una serie di viaggi su lunga distanza a cui potranno aggregarsi tutti coloro che desiderano cimentarsi in long ride in bicicletta, il mezzo di spostamento ad energia muscolare più antico ed ecologico di tutti i tempi, la bicicletta. Sarà il modo migliore per attraversare qualunque paese, scoprirne le diverse culture ed apprezzarne usanze, colori, odori e sapori che solo chi viaggia a stretto contatto col territorio può cogliere.

Il tutto sotto la guida esperta di chi in bicicletta non solo ci va forte ma ci sa davvero viaggiare.

Viaggiare per conoscere ma non solo, viaggiare per farsi conoscere. Capiamo meglio.

L’altro tratto saliente dei Gravellers tours è quello di raccogliere fondi per associazioni umanitarie di rilievo internazionale, senza scopo di lucro e di comprovata affidabilità.

Già, perché del resto, mettersi a disposizione di chi ha difficoltà anche solamente a vivere con dignità la propria esistenza, può diventare il più forte sprone, stimolo ad andare avanti, non solo per se stessi, per una parola spesa, ma per gli altri, diventando così parte di quelle energie cui i quattro pionieri dovranno attingere per portare a compimento le loro imprese.

La prima edizione, subito soprannominata “Ista 2020”, vede già come associazione destinataria dell’impresa la Dynamo Camp, definita come “l’unica struttura italiana di Terapia Ricreativa pensata per ospitare minori le cui vite sono compromesse dalla malattia, per attività ludiche e sportive e un’esperienza di svago, divertimento, relazione e socialità in un ambiente naturale e protetto. Dynamo Camp è infatti un camp concepito per bambini affetti da patologie gravi e croniche principalmente oncoematologiche, neurologiche e diabete.” Ecco allora che l’impresa non è più fine a se stessa ma trova un compimento, una nobile utilità, una spinta in più.

È forse anche grazie a questo motivo che trovare le necessarie ed indispensabili sponsorizzazioni perfinanziare il progetto è stato relativamente semplice; il team può affermare con una punta di orgoglio che haaddirittura potuto scegliere fra diverse aziende produttrici di materiale tecnico e non solo. Per citare alcuni partner di rilievo si annoverano Reggini-Volkswagen di San Marino, Keforma Sport nutrition, Grip Dimension, Bliz sport glasses, e Riday, che lancerà per l’occasione una nuova linea di intimo tecnico testato proprio durante l’impresa Rimini-Istanbul 2020.

L’impresa potrà essere seguita e vi si potrà partecipare su tutti i principali canali social, a partire dal sito web gravellers.it fino alle pagine facebook e instagram, su cui verranno pubblicati quotidianamente gli aggiornamenti di questa appassionante avventura sin dai primi allenamenti invernali che prenderanno inizio a breve.

Antonio Bavìa

ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
BELTRAMI TSA BLOG NEWS
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
Banner archivio Blog - Shimano
GRANFONDO SANREMO BANNER BLOG NEWS + DENTRO NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *