MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
HOTEL ON BIKE TOP BANNER
Vuelta a San Juan 2023 - San Juan - Conferenza stampa - 20/01/2023 - Remco Evenepoel (BEL - Soudal - Quick Step) - Peter Sagan (SVK - TotalEnergies) - Fernando Gaviria (COL - Movistar Team) - foto Ilario Biondi/ SprintCycling Agency©2023

PETER SAGAN ANNUNCIA IL RITIRO: “QUESTA SARÀ LA MIA ULTIMA STAGIONE”


Peter Sagan dice basta. Non subito, sia chiaro, il fuoriclasse slovacco porterà a termine questa stagione per poi ritirarsi dal ciclismo su strada. Il portacolori della TotalEnergies a 33 anni ha deciso di lasciare per dedicarsi, ai Mondiali di Parigi di Mountain Bike in programma nel 2024. 

Canale InBici Media Group

Il palmares di Sagan si racconta da se, fenomeno da subito in Mountain Bike, poi l’approdo alla Liquigas e la sua definitiva consacrazione soprattutto nelle corse di un giorno. 124 vittorie da professionista, 3 titoli Mondiali consecutivi vinti a Richmond nel 2015, Doha nel 2016 e Bergen nel 2017 – unico nella storia del ciclismo – , oltre a tutte le classiche monumento quali Giro delle Fiandre, una Parigi – Roubaix, tre volte la  Gand-Wevelgem e la E3 Harelbeke. Nei grandi giri ha dato spettacolo a Tour de France, Giro d’Italia e Vuelta. Alla Grand Boucle si è portato a casa per sette volte la maglia verde, ha vinto quella ciclamino al Giro e la Classifica Word Tour nel 2016. Un palmares di lusso per l’istrionico e poliedrico corridore, uno dei più rock del gruppo in grado di farsi amare dalla folla anche per quel suo essere geniale e guascone sia nel celebrare le vittorie, che nei post tappa. Certo resta il rammarico per non aver vinto, fino ad ora, la Milano – Sanremo unico, vero, grande rammarico di questi 13 anni di carriera vissuti in maniera intensa e vincente. 

Queste le sue parole ripresa da molti media: “Ciao ragazzi. Lo sapete, sono Peter Sagan, e devo fare un annuncio molto importante. Sono qui alla Vuelta a San Juan e oggi è il mio compleanno, 33 anni. E voglio annunciare che questo sarà il mio ultimo anno nel “ciclismo World Tour. Ho iniziato in mountain-bike e ho sempre detto che mi piacerebbe finire la mia carriera allo stesso modo perchè è qualcosa che mi dà gioia. E’ importante per me anche trascorrere del tempo con mio figlio Marlon e vedere la vita da diverse angolature, non solo da corridore. Non ho mai sognato di fare il ciclista professionista fino a 40 o 50 anni e se riuscissi a chiudere la mia carriera ai Giochi di Parigi sarebbe bello. Non lo faccio perchè voglio una medaglia o altro, è una questione di quello che voglio fare io, per me stesso”

Peter Sagan (SVK – Totalenergies) – photo Vincent Kalut/PN/SprintCyclingAgency©2022

Il corridore slovacco sarà comunque al via delle classiche di primavera, suo terreno di caccia preferito e del Tour la corsa che più di ogni altro lo ha reso grande. 

Con il ritiro di Sagan, si chiude un capitolo, legato ad un ciclismo più frizzante, imprevedibile e divertente che è andato oltre alla fatica della strada ma che ha saputo regalare attimi che sono entrati nel costume di questo sport.

A cura di M.M.-Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

GIST BANNER NEWS BLOG
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
GELMI BANNER BLOG
SCOTT BANNER NEWS
Caserta Race Tour
BANNER THREEFACE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com