MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
HOTEL ON BIKE TOP BANNER
Tour de France 2023 - 110a edizione - 12a tappa Roanne - Belleville en Beaujolais 168,8km - 13/07/2023 - Tadej Pogacar (SLO - UAE Team Emirates) - foto Kei Tsuji/SprintCyclingAgency©2023

TOUR DE FRANCE 2023, TADEJ POGACAR: “OGGI SAREMO VICINI, NON MI PIACE IL CALDO”


Tadej Pogacar è pronto all’assalto: da domani, con la cronometro individuale, inizia la terza settimana al Tour de France 2023 ed il campione sloveno vuole ribaltare la situazione con Jonas Vingegaard al momento al comando della classifica generale.

Canale InBici Media Group

Le sue parole nel giorno di riposo: “È senza dubbio una cronometro interessante. Si parte rilassati, ma poi arriva subito una salita impegnativa  e a seguire una discesa facile e veloce. Bisognerà calcolare con attenzione quanta energia impiegare nell’ultima salita. Gli ultimi 15 minuti saranno terribili e bisognerà dare tutto. Mi piace molto il percorso, non vedo l’ora che arrivi domani e spero di avere buone gambe”.

KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
GELMI BANNER BLOG
SCOTT BANNER NEWS
BANNER THREEFACE
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
GIST BANNER NEWS BLOG
Caserta Race Tour
KTM REVELETOR ALTO BANNER NEWS 3
Tour de France 2023 – 110a Edizione – 15a tappa Les Gets les Portes du Soleil – Saint-Gervais Mont-Blanc 179km – 16/07/2023 – Tadej Pogacar (SLO – UAE Team Emirates) – Jonas Vingegaard (DEN – Jumbo – Visma) – foto Garnier Etienne/POOL/SprintCyclingAgenc

Nella sfida con il danese: “Non so chi tra noi sia in vantaggio psicologico. Posso dire per me stesso che mi sto godendo ogni momento di questa partita e ho molto rispetto per tutto ciò che sta accadendo”. E aggiunge: “Non è difficile pensare che domani entrambi saremo vicini. Ma non dobbiamo dimenticare che qualcuno di noi potrebbe avere una brutta giornata in questa settimana. Sarà molto difficile, bisognerà spingere fino alla fine, indipendentemente dal fatto che si vinca o si perda”. 

Il caldo il grande avversario di Pogacar:
“Certo non mi piace pedalare a 35 gradi per un’ora in salita, ma i miei compagni di squadra mi aiutano molto ad abbassare la temperatura. C’è un’importante lavoro organizzativo dietro a questo ed è uno degli aspetti che abbiamo migliorato negli ultimi tre anni”. 

Sull’infortunio patito alla Liegi: “Il polso mi dà ancora un po’ fastidio, ma le gambe stanno bene. Dopo il Tour vedremo come sta il polso, forse avrà bisogno di un po’ più di riposo. E poi c’è lo stress con il quale devi convivere perché non esiste nessun rimedio per farlo sparire. E’ una cosa che fa parte dello sport ma anche della vita e dopo tutto ognuno di noi deve conviverci”. 

A cura della redazione di Inbici Magazine e OA Sport partner– Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

SCOTT BANNER NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
KTM REVELETOR ALTO BANNER NEWS 3
GIST BANNER NEWS BLOG
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
Caserta Race Tour
BANNER THREEFACE
GELMI BANNER BLOG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *