MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
Trip
photo SprintCyclingAgency©2024

Il caso Piccolo, la reazione dell’Uci


Come indicato da cyclinguptodate.com, l’UCI ha confermato e preso atto dell’azione intrapresa dalla EF Education-EasyPost nei confronti del corridore italiano Andrea Piccolo. Il team americano ha licenziato uno dei suoi migliori corridori dopo aver scoperto il possibile trasporto di ormone della crescita.

Canale InBici Media Group

Tripoint
Caserta Race Tour
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
BANNER THREEFACE
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
GIST BANNER NEWS BLOG
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
SCOTT BANNER NEWS

Nello stesso messaggio, il team ha rivelato che era stato sospeso internamente per alcune settimane a marzo dopo aver assunto un sonnifero non autorizzato – mentre le conseguenze non sono state affatto gravi; è stato selezionato per correre il Giro d’Italia. “Il 21 giugno Piccolo è stato fermato dalle autorità italiane al suo ingresso nel paese con il sospetto di trasporto di ormone della crescita”, ha scritto la EF Education-EasyPost in una nota pubblicata ieri sera. “La nostra organizzazione collaborerà pienamente a qualsiasi indagine sulla vicenda e incoraggiamo Andrea ad essere aperto e sincero con le autorità antidoping”.

Il 23enne corridore di classiche è stato un elemento chiave del blocco della squadra ed è stato anche brevemente in testa alla Vuelta a España lo scorso anno.

La UCI ha reagito questo sabato pomeriggio con il seguente messaggio: “L’Unione Ciclistica Internazionale (UCI) ha preso atto della dichiarazione rilasciata dalla UCI WorldTeam EF Education–EasyPost il 21 giugno 2024, in cui si annuncia la risoluzione immediata del contratto della squadra con il corridore italiano Andrea Piccolo a causa del sospetto di trasporto di ormone della crescita umano (hGH)*.

Non è ancora noto a quali conseguenze porterà questo caso, ma ciò che è certo è che l’italiano è stato estromesso dal World Tour e non dovrebbe tornare presto mentre questa situazione è in corso. “La perquisizione effettuata sul corridore è il risultato di un’indagine condotta dall’International Testing Agency (ITA) e dalla sua stretta collaborazione con l’Organizzazione Nazionale Antidoping Italiana (NADO Italia) e le autorità di polizia italiane (NAS Carabinieri). L’UCI accoglie con favore questa collaborazione e valuterà qualsiasi ulteriore azione che dovesse rendersi necessaria al riguardo”.

A cura della redazione di Inbici News24
Copyright © Riproduzione Riservata Inbici Media Group

SCOTT BANNER NEWS
Tripoint
BANNER THREEFACE
GIST BANNER NEWS BLOG
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
Caserta Race Tour
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com