SFONDO ASSOS
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER

ITALIANI IN QUARANTENA: IL 40% E’ INGRASSATO

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Il 4 maggio, gli italiani usciranno dalle misure stringenti di quarantena in sovrappeso e con disturbi del sonno. Le lunghe giornate trascorse in casa, tra marzo e aprile, hanno lasciato il segno, come testimoniato da una ricerca condotta da Villa Miralago (centro per la cura dei disturbi del comportamento alimentare) e dalla School of Management (Som) del Politecnico di Milano.

Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS

Attraverso il questionario online condotto su 8.300 persone, un italiano su 4 riferisce una diminuzione del peso, mentre ben il 40% segnala di essere ingrassato: si tratta soprattutto di donne tra i 30 e i 50 anni. “Vi è una correlazione chiara in tutta Italia tra preoccupazione economica e variazione di peso; inoltre, più della metà di coloro che hanno aumentato l’introito calorico lo hanno fatto per gola, noia e nervosismo”, spiegano i ricercatori.

Come era prevedibile, questo dato è stato “viziato” dalle misure stringenti del lockdown, durante il quale è stato praticamente impossibile svolgere attività al di fuori delle mure domestiche. Gli italiani stanno facendo meno attività fisica del solito e circa un italiano su 3 ha visto peggiorare la qualità del suo sonno. Di sicuro, dal 4 maggio in poi ci sarà tempo per rimettersi in linea.

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

InBici Store

Un Commento

  1. Finitela di dare multe……..tanto non ci sono soldi per pagarle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *