MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
HOTEL ON BIKE TOP BANNER
Giro d'Italia 2023 - 106th Edition - Teams Presentation - Pescara - 04/05/2023 - Remco Evenepoel (BEL - Soudal - Quick Step) - photo Ilario Biondi/SprintCyclingAgency©2023

GIRO D’ITALIA 2023: COSA DICE IL REGOLAMENTO, SE HAI IL COVID DEVI RITIRARTI? 


Remco Evenepoel ha dovuto lasciare il Giro d’Italia 2023 a causa del Covid. Il belga, che aveva ripreso la Maglia Rosa con la seconda vittoria a cronometro nella prima settimana, è risultato positivo ad un tampone effettuato dal suo team. La notizia del suo immediato abbandono è arrivata ieri sera, tramite un comunicato ufficiale della Soudal Quick-Step. Non è il primo a dover lasciare il Giro per il Covid, e che non ogni probabilità non sarà l’ultimo. Ma cosa prevede il regolamento? 

Canale InBici Media Group

Giro d’Italia 2023 – 106° Edizione – Presentazione Squadre – Pescara – 04/05/2023 – Primoz Roglic (SLO – Jumbo – Visma) – foto Ilario Biondi/SprintCyclingAgency©2023

La cosa più importante da chiarire è che né l’Unione Ciclistica Internazionale, né tanto meno RCS, società organizzatrice della Corsa Rosa, hanno diramato direttive anticovid. L’UCI ha cancellato gli obblighi di test, di tamponi e di mascherine. RCS non aveva previsto isolamenti o quarantene in caso di positività. Allora perché i corridori vengono ancora testati?

KTM REVELETOR ALTO BANNER NEWS 3
Caserta Race Tour
SCOTT BANNER NEWS
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
GELMI BANNER BLOG
BANNER THREEFACE
GIST BANNER NEWS BLOG

L’iniziativa parte dalle squadre, che effettuano i test antigenici in totale autonomia. Questi vengono fatti soprattutto per tutelare la salute e l’integrità fisica dei corridori. Bisogna infatti ricordare che, per quanto la malattia da Covid-19 sia stata declassata ed epidemia e l’emergenza sia sostanzialmente alle spalle, essa continua a portare problematiche respiratorie e talvolta cardiache in chi viene infettato. Spesso le conseguenze possono inoltre protrarsi molto a lungo, andando ad inficiare sull’intera stagione di un atleta e di una squadra.

Giro d’Italia 2023 – 106th Edition – 5th stage Atripalda – Salerno 171 km – 10/05/2023 – Filippo Ganna (ITA – INEOS Grenadiers) – photo Luca Bettini/SprintCyclingAgency©2023

I test vengono dunque effettuati autonomamente dalle squadre, che autonomamente possono poi decidere come comportarsi in casi di positività. Non c’è infatti alcun obbligo di comunicare i risultati dei test né all’organizzazione, né all’UCI o ad altri organi di controllo. Tant’è che infatti in gruppo, in questi primi nove giorni, ci sono stati casi di Covid che non sono stati comunicati e per i quali, gli staff medici delle squadre hanno deciso di non prendere provvedimenti.

Dunque è stata la Soudal-QuickStep a valutare che la situazione era rischiosa e di conseguenza a decidere di preservare l’integrità fisica del proprio capitano, preferendo fargli abbandonare la corsa. Lo stesso è stato fatto ad esempio anche dalla INEOS Grenadiers con Filippo Ganna, o dalla EF Education EasyPost per Rigoberto Uran, solo per citarne alcuni.

A cura della redazione di Inbici Magazine e OA Sport partner– Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
KTM REVELETOR ALTO BANNER NEWS 3
SCOTT BANNER NEWS
Caserta Race Tour
GELMI BANNER BLOG
GIST BANNER NEWS BLOG
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
BANNER THREEFACE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *