MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
HOTEL ON BIKE TOP BANNER

GIRO, STRADELLA COME IL FIANDRE, IMPRESA DI BETTIOL NELL’OLTREPO’ PAVESE


Il corridore di Castel Fiorentino trova la giornata perfetta andando prima in fuga e poi scattando nella impegnativa parte finale costellata di strappi sulle colline della Provincia di Pavia. Il gruppo lascia fare agli attaccanti, concedendosi una giornata di riposo prima delle due tappe di montagna decisive ad Alpe di Mera ed Alpe Motta e la cronometro finale di Milano.

Canale InBici Media Group

La Rovereto – Stradella parte senza Giulio Ciccone e Remco Evenepoel, vittime della caduta di ieri nella discesa del Passo San Valentino è la tappa più lunga del Giro 104 grazie ai suoi 231 km attraversando quattro regioni (Trentino – Alto Adige, Veneto, Emilia – Romagna e Lombardia) e sette Province (Trento, Verona, Brescia, Mantova, Cremona, Piacenza e Pavia).

C’è voluto molto per dare spazio ai 23 attaccanti, che hanno finalmente avuto l’ok dopo circa 60 km, arrivando nei pressi della sponda veronese del Lago di Garda. Il gruppo non ha interesse riguardo alla vittoria di tappa e procede ad andatura turistica, la battaglia è tutta lì davanti man mano che ci si avvicinava agli strappi negli ultimi 30 chilometri.

Giro d’Italia 2021 – 104th Edition – 18th stage Rovereto – Stradella 231 km – 27/05/2021 – Egan Bernal (COL – Ineos Grenadiers) – photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2021

Ai – 25 scatta Remi Cavagna (Deceuninck-Quickstep) che sembra cogliere in contropiede i compagni di fuga e scollina al comando sul GPM di Castana. Ma è sullo strappo successivo, quello che porta a Cigognola, dove le pendenze più arcigne consentono l’attacco di Alberto Bettiol, tallonato da Nicolas Roche. L’azione del corridore senese è subito redditizia e va a dimezzare lo svantaggio su Cavagna in vetta, venendo poi raggiunto dall’irlandese del Team DSM.

Giro d’ Italia 2021 – 104th Edition – 18th stage Rovereto – Stradella 231 km – 27/05/2021 – Scenery – photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2021

Dopo il passaggio da Broni c’è l’ultimo ostacolo che porta a Canneto Pavese, dove Cavagna va in totale crisi e verrà raggiunto da Bettiol che se ne va tutto solo nella picchiata verso il traguardo di Stradella per trovare una vittoria di livello pari a quella del Giro delle Fiandre 2019. Il gruppetto alle spalle arriva regolato da Simone Consonni, che va a riprendere e superare Roche nelle ultime centinaia di metri; nella top 10 ci finiscono anche Diego Ulissi (5°), Samuele Battistella (6°), Filippo Zana (7°) e Jacopo Mosca (10°).

Giro d’ Italia 2021 – 18th stage Rovereto – Stradella 231 km – 27/05/2021 photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2021

La grande gioia per Alberto Bettiol, alla prima stagionale e in assoluto al Giro d’Italia nella sua carriera, è tutta nelle sue parole: “Finalmente una tappa soleggiata, impegnativa e molto bella per me. Ho ottime gambe dopo la dura giornata di ieri, la dedica va alla famiglia, a chi crede in me ed al mio coach Mauro Battaglini che è scomparso lo scorso anno. Avevo timore di Remi Cavagna, sapevo che era uno dei più pericolosi della fuga in questa tappa, ma avevo pensato che questa sarebbe stata la mia ultima chance in questo Giro, così sono andato a raggiungerlo per vincere questa tappa”.

Il plotone della Maglia Rosa arriva a 23’30” ed ora i fari sono puntati tutti sulle prossime tappe di montagna: domani c’è la Abbiategrasso – Alpe di Mera (Valsesia) con l’ultima salita spesso con pendenze in doppia cifra dopo aver scalato i GPM di Gignese (che sostituisce il Mottarone dopo la tragedia avvenuta pochi giorni fa sulla montagna piemontese) e del Valico della Colma.

A cura di Andrea Giorgini Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
BANNER THREEFACE
GIST BANNER NEWS BLOG
Caserta Race Tour
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
SCOTT BANNER NEWS
GELMI BANNER BLOG
KTM REVELETOR ALTO BANNER NEWS 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *