MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
HOTEL ON BIKE TOP BANNER

JUNIORES, GIRO DELLA LUNIGIANA: LA RIVINCITA DI MAGNIER 


La Francia festeggia a San Carlo Terme. Morgado, 2°, si conferma in Maglia Verde.

Canale InBici Media Group

Lo spettacolo del 46° Giro della Lunigiana ha fatto tappa a San Carlo Terme dove, nella tappa 2B partita da Massa, si è imposto Paul Magnier (Francia).

È stato un duello fino all’ultima pedalata quello tra il transalpino e la Maglia Verde Antonio Morgado che facevano parte di un gruppetto di 24 corridori andati via dopo il primo GPM di San Carlo Terme e del quale facevano parte tutti i big della classifica generale ad eccezione di Aaron Dockx e Noa Isidore.

Lungo l’ascesa finale i primi ad attaccare sono stati Federico Savino (Toscana) e Luca Rosa (Piemonte) sui quali successivamente si sono riportati Martin Barta (Rep. Ceca) e Tomas Sivok (Slovacchia), senza esito. 

A 300 metri dall’arrivo, da un gruppetto sempre più selezionato, partiva l’attacco decisivo di Paul Magnier seguito da Antonio Morgado (Portogallo) che non riusciva a superare il corridore francese, al quarto successo stagionale. 

A 2″ Gualdi (Lombardia), Barta e Sivok mentre il polacco Martin Zelazowski, vincitore ieri, aveva perso contatto a 2 km dall’arrivo. 

Domani secondo arrivo in salita di questo Giro della Lunigiana a Fivizzano. 

ORDINE D’ARRIVO

1 Paul Magnier (Francia) 56.9 km in 1h22’48”
2 Antonio Morgado (Portogallo) 
3 Simone Gualdi (Lombardia) 2″

CLASSIFICA GENERALE 

1 Antonio Morgado (Portogallo) 
2 Simone Gualdi (Lombardia) 2″
3 Tomas Sivok (Slovacchia) st

DICHIARAZIONI

Pochi minuti dopo aver tagliato il traguardo, il vincitore di tappa Paul Magnier ha dichiarato: “Ieri ero un po’ deluso dall’andamento del finale, il problema tecnico mi ha frenato. Oggi volevo riscattarmi, dopo la prima semitappa siamo venuti a vedere il finale quindi sapevo che prendendo l’ultima curva in testa avrei vinto. Non temo nessuno, so di avere una squadra forte e renderemo dura la vita a Morgado.”

La Maglia Verde Antonio Morgado, dopo l’arrivo, ha dichiarato: “In discesa ho attaccato perché so che solo rischiando si possono ottenere le vittorie. Il Giro è ancora lungo, non sono al 100% quindi sono contento delle mie performance. Non conosco la salita di domani, vedremo come andrà.”

Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS
BANNER THREEFACE
Caserta Race Tour
GIST BANNER NEWS BLOG
SCOTT BANNER NEWS
GELMI BANNER BLOG
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com