MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
HOTEL ON BIKE TOP BANNER
una-romagna-da-vivere-jpg
UNA ROMAGNA DA VIVERE

UNA ROMAGNA DA VIVERE



Che modello di bicicletta possiedono i romagnoli? Quale utilizzo ne fanno? Si sentono sicuri per le strade cittadine? Adottano le adeguate misure di sicurezza? Uno studio dell’Osservatorio Linear disegna un ritratto di una terra che, dopo la moda dei motori, si scopre consacrata al ciclismo

Canale InBici Media Group

 

 

Romagna terra di motori? Una volta, forse. Oggi – complice la crisi economica e le benedette campagne di sensibilizzazione sui “corretti stili di vita” – è di gran moda la bicicletta.

Meno costosa, più funzionale alla linea, la bicicletta – in questa terra di piadina e Sangiovese – sembra aver ormai definitivamente scalzato i centauri motorizzati degli anni ’80.

L’Osservatorio Linear dei Servizi (www.linear.it) ha messo in evidenza i vizi e le virtù dei ciclisti romagnoli: che modello di bicicletta possiedono? Quale utilizzo ne fanno? Si sentono sicuri per le strade cittadine? Adottano le necessarie misure di sicurezza? Di seguito le risposte.

 

Romagnoli e biciclette amore vero

Risparmio e benessere fisico? Forse sì ma, di fatto, l’83% dei romagnoli afferma di possedere una bicicletta, mentre uno su due (55%) la utilizza.

Modelli e utilizzo della bicicletta in Romagna

In assoluto la “più amata” risulta lei, la comoda city bike con il 53% di preferenze, seguita a ruota con il 28% dalla solida e affidabile mountain bike. La “vecchia e indistruttibile bici del nonno” si afferma al terzo posto con l’11% di intervistati contenti di utilizzarla.

L’utilizzo

Ma per cosa utilizzano le due ruote green i cittadini della Romagna? Presto detto: tempo libero (63%), shopping e commissioni (39%), sport e benessere per il 17%, scampagnate brevi 23% mentre il 21% degli intervistati ne fa un utilizzo casa-lavoro.

I criteri di una scelta

Cosa si privilegia nella scelta della bicicletta: senza dubbio la comodità per il 76%, leggerezza per essere abili (30%), la maneggevolezza per districarsi fra le strade cittadine per il 53%. La sicurezza è importante fattore di scelta della bici per il 34%, mentre un 15% bada al portafoglio e pone la scelta esclusivamente sul fattore prezzo.

 

 

 

Sicurezza

Appurato che la bicicletta la fa ormai da padrona nelle strade romagnole passiamo al capitolo sicurezza, come si comportano i ciclisti? In cosa peccano quando sono in sella alle loro biciclette e cosa recriminano?

Il 46% degli intervistati afferma di sentirsi sicuro in bicicletta nella loro città. Ma, di questi, il 14% solo quando percorrono piste ciclabili mentre un altro 9% solo di giorno quando c’è la luce. Di contro il 12% del popolo delle due ruote ritiene di non sentirsi mai sicuro, l’11% degli intervistati attribuisce questa insicurezza agli automobilisti, un 7% ritiene che la manutenzione delle strade sia carente, un altro 21% ritiene invece che non vi siano o che siano troppo poche le piste ciclabili.

Auto-bici: rapporto difficile

Quali sono in particolare i maggiori rimproveri che i ciclisti muovono agli automobilisti? Il 53% degli intervistati lamenta la mancata segnalazione di svolta con le frecce di direzione, il 58% indica l’apertura improvvisa delle portiere dell’auto senza prima controllare. Parcheggi in doppia fila (48%) e invasione delle piste ciclabili (29%) completano il quadro non roseo per la sicurezza delle due ruote in città.

Mea culpa

Ma la sicurezza non passa solo dai comportamenti altrui, lo sanno bene i ciclisti che interpellati a riguardo ammettono le loro “pecche”: solo il 5% afferma di utilizzare il caschetto protettivo, va meglio se si prendono in considerazione le luci di indicazione: il 63% ammette di accenderle.

Concludendo…

Biciclette regine della Romagna quindi, ma problema della poca sicurezza sulle nostre strade rimasto sostanzialmente invariato, come evidenziato dall’Osservatorio Linear: “La sicurezza nelle strade deve essere patrimonio comune – si legge nella nota di Linear – ciclisti e automobilisti sono entrambi artefici di essa ed una buona spinta potrebbe partire dalla sicurezza proattiva di entrambi. Noi auspichiamo al cambiamento e saremo vigili sul tema, appuntamento fra un anno”.

 

Copyright © INBICI MAGAZINE

imageslideshow home01
slide-rimini-mare
   
BANNER THREEFACE
Caserta Race Tour
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
GELMI BANNER BLOG
SCOTT BANNER NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
GIST BANNER NEWS BLOG
BELTRAMI SIGMA BLOG NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com