GSG.COM  SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER

SOFIA BERTIZZOLO, NIENTE MOVISTAR PER IL SUO LEGAME CON LE FIAMME ORO

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Sofia Bertizzolo non sarà una portacolori della Movistar femminile nel 2020. L’atleta italiana ha dovuto rinunciare alla possibilità di passare alla squadra spagnola in quanto appartiene al gruppo delle Fiamme Oro, che è il gruppo sportivo legato alla Polizia di Stato.

Come si legge nel comunicato rilasciato dalla Movistar, “il trasferimento della Bertizzolo è frustrato da vincoli legali, derivati ​​dal suo rapporto contrattuale con la Polizia di Stato.

I regolamenti riguardanti le squadre WorldTour UCI femminili, una categoria che il team Movistar punta nel 2020 attraverso una licenza WWT, impediscono l’esistenza di doppi contratti di lavoro, e questo non permette alla Bertizzolo di iniziare il suo contratto con le Blues dal 1 ° gennaio. Dopo aver esplorato tutte le opzioni disponibili e stabilito che è impossibile combinare correttamente entrambe le situazioni, il team Movistar può solo augurare a Sofia il meglio con i suoi futuri impegni sportivi“.

In seguito, con un post sul proprio profilo Instagram, Sofia Bertizzolo ha spiegato che questo problema riguarda solo la Spagna, in quanto solo in quella nazione non vi è la possibilità di avere la possibilità di correre in un team professionistico femminile pur rimanendo tesserati anche per il corpo militare.

Queste le parole di Sofia Bertizzolo: “Voglio fare questo post per chiarire la situazione che mi riguarda, perché penso che le notizie non siano chiare. Se vogliamo parlare di legge, dobbiamo essere precisi e ricordare che ogni Paese ha le sue regole. La mia situazione riguarda la riforma Uci per il WWT, la legge italiana e la legge spagnola. Faccio parte della squadra ciclistica della Polizia in Italia, che mi supporta dal 2015, ed essendo una ciclista di un team femminile (che non può essere professionista per legge – per i giornalisti italiani legge 81/1991), ho bisogno di un contratto specifico UCI. Questo contratto, che devo essere accettabile in Italia, non è legale in Spagna. Per essere chiari, non posso far parte di una squadra spagnola il prossimo anno. Ogni Paese ha la sua legge ed è molto difficile capire come funziona, ecco perché lo capiamo solo ora”.

Visualizza questo post su Instagram

Hello, just want to made this post to clarify the situatuon is regarding myself, because I think news comes out not so clear. If we want to talk about law we need to be precise and remmember that each country have his own rules. My situatuon involve uci reform for WWT – italian law – and spanish law. Being part of the Police cycling team in Italy -that support me since 2015 – but more, being a FEMALE ITALIAN CYCLIST (not allowed to be professional for law – per i giornalisti italiani legge 81/1991) I need a specific UCI contract. This contract, that I need to be lagally ok in Italy, is not legal in Spain. To be clear I cannot be part of a Spanish team next year Every country have its law and it is very difficult to understand how it works, that's why we just figure it out now.

Un post condiviso da Sofia Bertizzolo (@sofiabertizz) in data:

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
Shimano Banner archivio Blog
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
SCOTT BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *