SFONDO COSMOBIKESFONDO ASSOS Sfondo Assos
martedì , 21 agosto 2018
ITALIA BIKE FESTIVAL - TOP
TOP Shimano
Assos Top
Home > Top News > SCANDALO DOPING TRAVOLGE I DILETTANTI DELLA ALTOPACK EPPELA

SCANDALO DOPING TRAVOLGE I DILETTANTI DELLA ALTOPACK EPPELA

Condividi

Lo scandalo doping travolge, ancora una volta, il ciclismo giovanile.

Nel mirino uno dei maggiori team dilettantistici italiani: la Altopack Eppela, la stessa squadra nella quale militava il 21enne Linas Rumsas, deceduto improvvisamente – per cause misteriose – lo scorso 2 maggio. E proprio per chiarire le cause di quell’enigmatico decesso, la Procura di Lucca aveva avviato un’indagine che, questa mattina, ha partorito i primi drammatici effetti. Arresti e perquisizioni, infatti, hanno travolto i massimi dirigenti della Altopack Eppela. Tra i destinatari delle misure cautelari, il proprietario del team, l’ex direttore sportivo e un farmacista del Capannorese che, secondo l’accusa, riforniva i ciclisti dei farmaci vietati dalla normativa sul doping in assenza di prescrizione medica. A condurre l’indagine gli uomini della squadra mobile di Lucca e da quelli del Servizio centrale operativo.

Era il presidente stesso, secondo le accuse, a incoraggiare gli atleti, molti dei quali giovanissimi, a utilizzare le sostanze dopanti tra le quali epo in microdosi, ormoni per la crescita e antidolorifici a base di oppiacei. È quanto avrebbe accertato la polizia nell’inchiesta che ha portato in carcere diversi esponenti di uno dei principali team dilettantistici del ciclismo italiano.

Ulteriori dettagli verranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà in Questura a Lucca alle 11.

SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos

 

Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2

Ti potrebbero Interessare

SASSO MTB RACE: DUE GIORNI NO-STOP PER GLI AMANTI DELLA MTB

CondividiIl 15 e 16 settembre a Sasso Marconi si rinnova l’appuntamento con la grande manifestazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *