SFONDO ASSOS
venerdì , 16 febbraio 2018
Assos Top
Inbici Top Challenge
TOP Shimano
Home > Blog > DOPING, L’AMAREZZA DEL LUCCHESE FANINI: “STUPISCE CHE SIA COINVOLTA UNA SQUADRA POCO VINCENTE”

DOPING, L’AMAREZZA DEL LUCCHESE FANINI: “STUPISCE CHE SIA COINVOLTA UNA SQUADRA POCO VINCENTE”

Spread the love

Tra i più amareggiati, all’indomani dello scandalo doping che ha travolto il ciclismo dilettanti, è il lucchese Ivano Fanini, patron della squadra ciclistica Amore e Vita, uno che conosce vita, morte e miracoli del ciclismo toscano:

“Lucca è una città importante per il ciclismo. E le persone coinvolte abitano vicino a me e le conosco bene. Mi meraviglia, comunque, che sia coinvolta una squadra che ha vinto veramente poco”. Da anni in prima linea nella lotta al doping, Fanini – intervistato dall’Ansa – si dice profondamente rattristato per la vicenda, anche perché – dice – “abbiamo ormai perso il conto dei morti per uso di farmaci proibiti. Ma nel ciclismo con la Federazione italiana e l’Uci, e grazie anche alle forze dell’ordine, in questi ultimi anni abbiamo fatto passi da giganti.

 

Banner dentro Notizia Assos
Banner dentro Notizia INBICI TOP CHALLENGE
Banner Dentro Notizia - LARM

I controlli sono più severi e il fenomeno doping è calato. Il futuro è dei corridori puliti, ma come sempre c’e’ chi bara e prima o poi viene beccato. Negli ultimi anni abbiamo visto coinvolti anche quasi tutti i corridori più significativi. Ma noi in Italia abbiamo il campione più pulito, Vincenzo Nibali, un esempio per il mondo”.

 

Banner dentro Notizia INBICI TOP CHALLENGE
Banner dentro Notizia Assos
Banner Dentro Notizia - LARM

Ti potrebbero Interessare

STRADE BIANCHE: WILDCARD PER LA VERANDA’S WILLEMS, AL VIA IL CAMPIONE DEL MONDO VAN AERT

Spread the loveAl via della Strade Bianche 2018 ci saranno tre Campioni del Mondo. Oltre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *