MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
CICLOPROMO CICLOPROMO LIMAR- BANNER TOP
DIPA BANNER TOP

EUROPEI ANADIA 2022: VITTORIA GUAZZINI D’ARGENTO NELLA CRONO U23


L’azzurra conquista il secondo gradino del podio tra le U23 a 11 secondi dalla neerlandese Van Anrooij. Tra le Junior Federica Venturelli sfiora il podio. Il CT Velo: “Sono soddisfatto, ho visto da parte di tutti un bel salto in avanti rispetto alle loro abituali prestazioni”.

È Vittoria Guazzini a regalare all’Italia la prima medaglia di questi Campionati Europei strada per Juniores e Under 23. La ventunenne di Pontedera, che appena una settimana fa si è imposta nella prova contro il tempo ai Giochi del Mediterraneo di Orano, conquista infatti il secondo gradino del podio nella prova a cronometro dedicata alle U23. Appena undici i secondi di distacco dalla neerlandese Shirin van Anrooij, a cui l’azzurra lascia il trono ed il titolo di campionessa europea di questa specialità.

Chiude il podio la francese Marie Le Net, giunta a meno di un secondo da Guazzini, mentre il resto delle atlete ha concluso con un ritardo superiore al minuto. Tra loro anche l’altra italiana in gara, Francesca Barale, ottava a 2’03” dalla vincitrice.

“Sono venuta qui puntando ad una medaglia d’oro, ma è un pur sempre un Europeo e sono contenta di questo secondo posto” ammette al termine della prova Vittoria Guazzini. E ancora: “Già dopo poche pedalate ho capito che le sensazioni non erano quelle dei giorni migliori, ho cercato di limitare i danni e fare del mio meglio con quello che avevo e purtroppo non è bastato per la vittoria. Il secondo posto l’ho agguantato di pochissimo, ho dato tutto fino alla fine ed è andata così”. Ora testa alla prova in linea“Mi aspettano un paio di giorni di riposo in cui spero di recuperare un po’ per la gara di domenica. Siamo una squadra molto forte quindi saremo pronte per ogni evenienza”.

Soddisfatto il CT Marco Velo“Quella di Vittoria è stata un’ottima prestazione. Ha perso un po’ troppo nella prima parte di gara mentre da metà prova in poi ha mantenuto lo stesso distacco dalla vincitrice: non era al 100%, sono molto contento che abbia recuperato bene nella seconda parte della gara e del risultato ottenuto”.

Tra gli uomini Under 23 è invece il belga Alec Segaert a conquistare l’oro: il tempo finale è di 27’25”, 50” meglio del croato Fran Miholjevic. Chiude il podio il francese Eddy Le Huitouze (+52”). Il migliore degli italiani è Lorenzo Milesi, settimo a 1’13” dal vincitore: “Purtroppo ha perso 10-15 secondo per aver sbagliato direzione ad una rotonda ed è dovuto tornare indietro – spiega il CT Velo -, altrimenti avrebbe potuto conquistare un paio di posizioni in più. La cosa importante è stata vedere l’impegno di tutti, la strada imboccata è quella giusta”. L’altro azzurro in gara, Bryan Olivo, ha chiuso al 26esimo posto con un ritardo di 2’09”.

JUNIORES – Al dare il via alle gare continentali sono state le prove a  cronometro per le categorie juniores. Parte bene il gruppo azzurro che piazza due atleti nelle Top 10 maschile e femminile: quarta piazza per Federica Venturelli e sesto posto per Nicolas Milesi.

Una prova maiuscola quella dell’azzurra, che al primo anno junior si ferma ai piedi del podio per una questione di centesimi. Vince il titolo la tedesca Justyna Czapla, davanti alla francese Eglantine Rayer e la belga Febe Jooris, battute rispettivamente per 45” e 48”. 48” è anche il distacco di Federica Venturelli, che deve accontentarsi del quarto posto. Dodicesima piazza per la compagna di squadra Alice Toniolli.

“Un vero peccato, una medaglia persa per appena 20 centimetri” il commento a caldo del CT Marco Velo. Che aggiunge: “Federica è stata sfortunata: una ragazza le è cascata proprio davanti, compromettendo di fatto una prova eccellente per essere al suo primo anno da juniores. Mi spiace perché una medaglia in più (oltre all’argento di Vittoria Guazzini, ndr) sarebbe stata una bella ciliegina sulla torta”.

Al maschile è invece il lussemburghese Mathieu Kockelmann a trionfare, fermando il cronometro sul tempo di 28’06” sul traguardo di Sangalhos, battendo di 19” il belga Jens Verbrugghe e di 35” il tedesco Emil Herzog. Bella prova per l’azzurro Nicolas Milesi, che conquista la casella numero 6 in classifica a 45”. Commenta così il CT Velo: “Sono molto contento della prestazione di Milesi, arrivato ad appena 10 secondi dalla medaglia di bronzo. Un buonissimo segnale per il futuro. Si sono impegnati tutti al massimo e ho visto da parte di tutti un bel salto in avanti rispetto alle loro abituali prestazioni”. Diciassettesimo, infine, l’altro azzurro Samuele Alari.

qui sotto le dichiarazioni di Vittoria Guazzini

qui sotto le dichiarazioni del Ct Marco Velo

fonte Federazione Ciclistica Italiana – Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
SCOTT BANNER NEWS
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
CICLOPROMO MAXIXIS- BANNER SOPRA TOP NEWS
BETTINI PHOTO BANNER NEWS SPRINT AGENCY
SHIMANO 105 BANNER BLOG AGOSTO
SHIMANO SELLA STEALTH DI PRO BIKE GEAR BANNER BLOG AGOSTO
REVELETOR ALTO  BANNER NEWS 5

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.