SFONDO GIRO DI SARDEGNA
Sfondo Assos
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
SFONDO ASSOS
SFONDO COSMOBIKE
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > GIRO. ANALISI DELLA TERZA TAPPA: BE’ER SHEVA – EILAT

GIRO. ANALISI DELLA TERZA TAPPA: BE’ER SHEVA – EILAT

La terza tappa, ultima in terra d’Israele, propone un percorso abbastanza mosso.

Partenza da Be’er Sheva e arrivo a Eilat dopo 229 km. Anche in questo caso gli sprinter potrebbero essere i protagonisti. Il vento, quasi sempre alle spalle, porterà il gruppo a fare alte velocità ma allo stesso tempo potrebbe essere la vera insidia.

 

Percorso – Tappa leggermente ondulata interamente nel deserto del Negev. La strada attraversa lunghe distese di pietre con alcune asperità altimetriche. In località Faran River è posto un GPM. Finale tutto in leggerissima discesa verso il Mar Rosso con attraversamento cittadino. Gli ultimi chilometri saranno caratterizzati anche dal passaggio attraverso la strettoia di un check-point e attenzione alla curva finale a 350 metri dalla conclusione.

ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Storia e curiosità – Il nome della città di Be’er Sheva, città di oltre 200.000 abitanti, significa “sette pozzi”. Si trova nel sud d’Israele ed è la città più grande della regione a nord del deserto del Negev, tanto da essere pure definita “capitale del Negev”. Dal 2005 i tell di Megiddo, Hazor e Be’er Sheva sono fra i Patrimoni dell’Umanità UNESCO. Il “tell”, termine che significa collina, è un sito archeologico con costruzioni di materiali, principalmente mattoni di fango, depositati in lunghi periodi. La città di Eilat, sede d’arrivo, è situata all’estremo sud di Israele, sulle rive del mar Rosso e conta circa 50.000 abitanti. Eilat è anche definita la finestra di Israele sul mar Rosso. Ha alle spalle il paesaggio desertico del Negev e fruisce di un invidiabile clima sempre caldo.

Possibili favoriti – Come la frazione di ieri, anche oggi la volata di gruppo sembra scontata ma i cambi di clima e soprattutto il vento potrebbero incidere sull’andamento della tappa. Sarà molto importante azzeccare i rapporti giusti poiché su rettilineo d’arrivo il vento dovrebbe esser alle spalle. Se tutto andrà come deve andare l’epilogo sarà ancora lo sprint. Ovviamente l’uomo di riferimento sarà la maglia ciclamino Elia Viviani. Alcuni nomi caldi: Elia Viviani – Jakub Marecko – Sacha Modolo – Andrea Guardini – Sam Bennett – JP Drucker – Niccolò Bonifazio – Manuel Belletti – Kristian Sbaragli.

A cura di Davide Pegurri – iNBiCi magazine

Condividi
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

VUELTA A MURCIA: DOMINIO ASTANA NELLA PRIMA TAPPA, 1° BILBAO, 2° SANCHEZ, 3°FRAILE

Dominio Astana nella prima frazione della Vuelta a Murcia 2019. La formazione kazaka ha conquistato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *